Generale Mannaggia La Rocca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Generale Mannaggia La Rocca è una maschera romanesca e un personaggio della commedia dell'arte.

L'origine del personaggio e la figura[modifica | modifica wikitesto]

Maschera romana che nei carnevali romani partecipava alle mascherate, si riferisce alla maschera del capitano, maschera milanese, il militare spaccone e buffonesco, simile al "Miles Gloriosus" Plauto. Inventato da Luigi Guidi (Roma 1833-1901), un cenciaiolo (stracciaiolo) di Roma, capo-popolo dei carnevali romani della Roma gaudente, papalina e umbertina. Gli abitanti dei vicoli della vecchia Roma, al passaggio del Generale Mannaggia La Rocca, facevano scendere dai piani alti delle case, dei cestini legati a delle corde con dentro panini e soldi. Sulla divisa del Generale erano presenti medaglie e decorazioni ricavate da tappi di bottiglie e fondi di lattine di conserve.

Il carattere[modifica | modifica wikitesto]

Generale Mannaggia La Rocca, è un vecchio generale spaccone che impersona il militare tronfio e smargiasso, vestito da generale pluridecorato e pieno di mostrine, con un grande seguito di popolo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Verdone Le maschere romane : da Meo Patacca a Rugantino, da Ghetanaccio al Generale Mannaggia La Rocca. Roma, Tascabili Economici Newton, 1997. ISBN 88-7983-779-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]