Carlo Pavese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Carlo Pavese (Torino, 23 marzo 1971) è un direttore di coro e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il diploma in musica corale presso il Conservatorio "G. Verdi" di Torino ha conseguito la borsa di studio dell'Associazione De Sono grazie alla quale si è recato in Svezia per studiare con il grande direttore di coro Gary Graden del quale diventerà assistente presso il St. Jacobs Kammarkör.

Si è specializzato successivamente con Eric Ericson, Tõnu Kaljuste e Frieder Bernius. Ha fondato l’Ensemble vocale siryn di Stoccolma e nell'anno 2000 il Torino Vocalensemble coro di cui è stato direttore artistico sino al 2012.

Nel 2001 ha conseguito il secondo premio al Concorso Internazionale di Budapest per Giovani Direttori di Coro.

Dirige dalla sua fondazione, nel 2003, il Coro G di Torino, un ensemble vocale composto da giovani tra i 18 e 26 anni. Con questo coro ha partecipato a festival internazionali di livello europeo e scambi artistici con altre importanti realtà corali europee.

Nel 2005 è diventato direttore artistico dell'associazione Piccoli Cantori di Torino, dove dirige l'omonimo coro di voci bianche, i Giovani Cantori di Torino e la scuola di musica. Con i cori dell'associazione partecipa a festival, tiene concerti e spettacoli in Italia e all'estero e organizza la rassegna internazionale "Voci in movimento" a Torino.

Nel 2016 è stato nominato direttore del Coro Giovanile Italiano, assieme a Luigi Marzola.

Attualmente svolge un'intensa attività di direttore e di docente di direzione, interpretazione e improvvisazione corale in Italia e in Europa. Sue composizioni, per la maggior parte rivolte alla musica vocale e corale, sono state registrate dalla Radio Bavarese e Radio slovena. Svolge inoltre attività di arrangiatore e orchestratore.

È stato Artistic Manager del Festival Europa Cantat Torino 2012 e ricopre attualmente la carica di Vicepresidente della European Choral Association - Europa Cantat.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]