Carl Zeiss (ottico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carl Zeiss

Carl Zeiss (Weimar, 11 settembre 1816Jena, 3 dicembre 1888) è stato un ottico e imprenditore tedesco, conosciuto principalmente per aver fondato nel 1846 l'omonima azienda di ottica e strumenti di precisione Carl Zeiss.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Quinto figlio di dodici (sei deceduti) avuti da un giocattolaio artigiano, Johann Gottfried August Zeiss (1785–1849) di Rastenberg e da Johanna Antoinette Friederike (1786–1856) figlia dell'avvocato e Stadtvogt, Johann Heinrich Schmith von Buttstädt, sotto la guida del quale vennero istruiti diversi giuristi e teologi, come anche la moglie di Goethe, Christiane Vulpius, il medico Christoph Wilhelm Hufeland, il poeta Jean Paul e il pittore Max Slevogt.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Targa sull'edificio in Kaufstraße 1, Weimar

Zeiss padre iscrisse Carl al Gymnasium dove questi studiò filologia e storia.

Fondazione della fabbrica di meccanica di precisione e ottica[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 maggio 1846 fu presentata la documentazione necessaria alle autorità di Weimar per avviare un laboratorio meccanico. Il 17 novembre 1846 al numero 7 di Neugasse, a Jena, venne fondata la Carl Zeiss, per la produzione di apparecchi ottici di precisione e in particolare microscopi.

Carl Zeiss come imprenditore[modifica | modifica wikitesto]

Zeiss puntò sulla qualità del prodotto e questo gli permise di imporsi sul mercato. Questa importante caratteristica venne estesa a tutta la produzione della società anche dopo la sua morte. A seguito dell'incremento della produzione, la sede fu spostata al numero 34 di Wagnergasse, Jena.

Collaborazione con Ernst Abbe[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1866 conobbe Ernst Abbe, che divenne socio dell'azienda nello stesso anno. Nel 1884 si aggiunse anche il chimico Otto Schott. La Zeiss portò importanti innovazioni a tutto il settore dell'ottica e il contributo di Carl Zeiss fu quello di confidare fermamente sul metodo scientifico e sulla qualità del prodotto.

Vecchiaia e morte[modifica | modifica wikitesto]

Tomba di Carl Zeiss presso il Johannisfriedhof di Jena

Dopo la sua morte, avvenuta per cause naturali il 3 dicembre 1888, Ernst Abbe istituì nel 1889 a suo nome la Carl Zeiss Stiftung (Fondazione Carl Zeiss) con l'obiettivo di aiutare la ricerca scientifica e migliorare la qualità del lavoro.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ricevette nel 1861 la medaglia d'oro dell'esposizione industriale della Turingia come migliore strumento per la ricerca prodotto in Germania, assegnato al microscopio Stand I del 1857.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierpaolo Ghisetti e Danilo Cecchi Zeiss, macchine ed obiettivi ed Reflex 1997
  • Pierpaolo Ghisetti e Marco Cavina Contarex NOC Editore 2012
  • Pierpaolo Ghisetti e Giulio Forti Zeiss Epopea di un gigante dell'ottica, ed Reflex 2015
  • Michele T. Mazzucato Carl Zeiss, in Atti Fondazione G. Ronchi, Anno LXXI, n. 1º gennaio/febbraio 2016 pp. 45-53

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47557907 · ISNI (EN0000 0000 6677 2653 · SBN IT\ICCU\CUBV\164549 · LCCN (ENn98057847 · GND (DE118772430 · BNF (FRcb12349627n (data) · CERL cnp00588243