Carisio (oratore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Carisio (in greco antico: Χαρίσιος, Charísios; V o IV secolo a.C.IV o III secolo a.C.) è stato un oratore ateniese, contemporaneo di Demostene.

Le sue orazioni, che imitavano lo stile di Lisia, furono imitate da Egesia di Magnesia;[1] esistevano ancora all'epoca di Quintiliano, secondo il quale alcune di esse erano addirittura attribuite a Menandro, e di Publio Rutilio Lupo, che ne ha conservati due estratti.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cicerone, Brutus, 83.
  2. ^ Publio Rutilio Lupo, De figuris sententiarum et elocutionis, I, 10; II, 6.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie