Capri-Napoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Capri-Napoli (disambigua).
Maratona del Golfo Capri-Napoli
SportOpen water swimming pictogram.svg Nuoto di fondo
Parte diCoppa del Mondo di nuoto di fondo
PaeseItalia Italia
LuogoIsola di Capri, Napoli
Cadenzaannuale
Sito Internetcaprinapoli.com
Storia
Fondazione1954
Numero edizioni55
Ultimo vincitoreMarcel Schouten
Arianna Bridi
Record vittorieGiulio Travaglio (5)

La Maratona del Golfo Capri-Napoli è una gara di nuoto gran fondo di rilievo internazionale, valevole per la Coppa del Mondo di specialità.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente promossa come traversata libera (sul modello di quella della Manica), si sviluppò diventando una due giorni in cui gli atleti, partiti dal lungomare di Napoli, raggiungevano l'Isola di Capri, sulla quale sostavano e si riposavano e da cui ripartivano la mattina del giorno dopo, per ripercorrere tragitto a ritroso verso il traguardo finale di Napoli (Napoli-Capri-Napoli).

Dal 1954 la gara, allora organizzata dal quotidiano Il Mattino, si stabilizzò sull'attuale percorso da Capri a Napoli (36 chilometri, circa 19,5 miglia marine), assumendo la fisionomia di gara di un giorno che, sino al 1992, assegnò ai suoi vincitori i titoli ufficiali di campione e di campionessa del mondo di specialità, venendo, poi, adottata ufficialmente dalla FINA.

Dopo anni di splendore, con un periodo di dominio quasi assoluto degli atleti egiziani (detti i coccodrilli del Nilo) ed argentini (detti i caimani), la gara fu sospesa fra il 1993 ed il 2002 e venne ripresa solo nel 2003 da Eventualmente, eventi e comunicazione; dallo stesso anno, 2003, è di nuovo una classica del circuito della Coppa del Mondo FINA, in particolar modo, dal 2008, del Grand Prix (poi UltraMarathon), la parte della Coppa del Mondo riservata alle gare con lunghezza minima di almeno 15 km. Nelle ultime edizioni è stata tappa finale del circuito, assegnando, oltre alla vittoria di tappa, anche i titoli iridati assoluti maschile e femminile.

Rotte[modifica | modifica wikitesto]

I concorrenti affrontano un percorso totale di circa 36 km, suddiviso in due parti: la prima libera, di circa 35 chilometri fra la spiaggia di Marina Grande a Capri e lo spazio marino del lungomare antistante Castel dell'Ovo a Napoli, che ognuno può interpretare a sua discrezione, in relazione all'andamento delle correnti marine. La seconda, lunga appena un chilometro, consiste in un rettilineo finale parallelo alla costa - una corsia delimitata da boe, che tutti i partecipanti devono imboccare obbligatoriamente. Location arrivo maggiormente adottate (piccola spiaggia sul Lungomare della Rotonda A. Diaz o la spiaggetta del Lungomare posta nei pressi di Piazza Vittoria). Nelle edizioni recenti sono stati adottati anche altri traguardi: Bagnoli (2005) e Via Nazario Sauro-Molosiglio (2013, 2014 e 2015).

Durante la prima parte libera gli atleti possono scegliere la rotta che vogliono, anche se ve ne sono quattro che sono più battute, in rapporto alle condizioni del mare e alle caratteristiche dell'atleta:

  • Marina Grande–ProcidaCapo Miseno–Castel dell'Ovo, che conta sull'arrivo del maestrale e viene tentata soprattutto da nuotatori di non grande prestanza fisica.
  • Marina Grande–Punto di intersezione tra Capri, Castellammare e San Giovanni–Castel dell'Ovo, che consente di nuotare con la corrente a favore nelle prime ore di gara ma che, successivamente, costringe ad un notevole impegno; questa rotta è preferita dai nuotatori che sono abituati ad andare in progressione.
  • Marina Grande–Castel dell'Ovo, che è la rottà più diretta e più breve, ma pure quella più insidiosa perché è sottoposta al continuo gioco delle correnti e dei venti, anche se in condizioni di mare piatto diventa sicuramente più facile; è una rotta che, soprattutto in condizioni di mare mosso, possono affrontare solo i nuotatori più completi da un punto di vista psicofisico.
  • Marina Grande–Capo PosillipoVia Caracciolo, che nella prima parte fino a Posillipo sfrutta le correnti favorevoli antimeridiane, anche se chiama nella parte finale ad uno sforzo molto maggiore.

Primati[modifica | modifica wikitesto]

La 55ª edizione del 2020 ha visto cadere entrambi i record maschile e femminile. La migliore prestazione assoluta è stata ottenuta con 6:04:26 dall'italiana Arianna Bridi, prima donna vincitrice della manifestazione, che ha così migliorato di 7 minuti e 1 secondo il precedente record assoluto di 6:11:27 del kazako Vitalij Khudyakov (2014) e di ben 20 minuti e 21 secondi il precedente record femminile di 6:24.47 della brasiliana Ana Marcela Cunha (2014).

Anche l'autore della miglior prestazione maschile, l'olandese Marcel Schouten, con 6:05:07 è sceso sotto al precedente record assoluto di Vitalij Khudyakov.

I nuotatori con il maggior numero di partecipazioni sono Claudio Plit (Argentina) e Damian Blaum (Argentina), presenti al via per ben 15 volte. Tra le donne il primato di presenze appartiene a Pilar Geijo (Argentina), presentw al via per 12 volte.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Anno Vincitore Nazione Tempo Vincitrice Nazione Tempo
1. 1954 Marei Hassan Egitto Egitto 10:00:42 Nessuna iscritta
2. 1955 Alfredo Camarero Argentina Argentina 8:45:40 Margareth Feathers Gran Bretagna Gran Bretagna 12:11:49
3. 1956 Alfredo Camarero Argentina Argentina 11:53:11 Nessuna al traguardo
4. 1957 Tonatiuh Gutiérrez Messico Messico 8:58:28 Anna Mazzola Italia Italia 13:03:55
5. 1958 Tonatiuh Gutiérrez Messico Messico 11:08:54 Magda Molnar Ungheria Ungheria 13:53:12
6. 1959 Laszlo Kovats Ungheria Ungheria 10:07:24 Greta Andersen Stati Uniti 11:05:53
7. 1960 Diki Bojadi Jugoslavia Jugoslavia 11:14:03 Nessuna entro il tempo massimo
8. 1961 Carlos Larreira Argentina Argentina 9:09:17 Soheir Baki Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 11:38:59
9. 1962 Abdel Gelil Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 8:12:48 Soheir Baki Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 10:16:11
10. 1963 Abdel Abou Heif Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 8:49:35 Athena Bojadi Jugoslavia Jugoslavia 10:46:19
11. 1964 Mohamed Zeytun Siria Siria 10:43:52 Nessuna al traguardo
12. 1965 Giulio Travaglio Italia Italia 9:25:12 Judith De Njis Paesi Bassi Paesi Bassi 10:20:47
13. 1966 Giulio Travaglio Italia Italia 8:15:13 Judith De Njis Paesi Bassi Paesi Bassi 9:53:52
14. 1967 Giulio Travaglio Italia Italia 8:37:13 Judith De Njis Paesi Bassi Paesi Bassi 8:55:13
15. 1968 Giulio Travaglio Italia Italia 8:12:52 Gisella Ghebardt Ungheria Ungheria 10:06:13
16. 1969 Marawan Saleh Siria Siria 11:01:20 Nessuna al traguardo
17. 1970 Giulio Travaglio Italia Italia 7:32:47 Judith De Njis Paesi Bassi Paesi Bassi 8:54:14
18. 1971 Veljko Rogosic Jugoslavia Jugoslavia 7:43:51 Shedia El Rageb Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 11:42:29
19. 1972 Veljko Rogosic Jugoslavia Jugoslavia 7:32:50 Shedia El Rageb Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita 11:18:57
20. 1973 Veljko Rogosic Jugoslavia Jugoslavia 9:21:12 Angela Marchetti Argentina Argentina 12:09:31
21. 1974 Veljko Rogosic Jugoslavia Jugoslavia 7:05:41 Diana Nyad Stati Uniti Stati Uniti 8:11:20
22. 1975 Ahmed Youssef Egitto Egitto 7:14:42 Sahara Mansour Egitto Egitto 8:42:40
23. 1976 Marawan Gazawi Egitto Egitto 9:05:34 Omnia Tantawi[1] Egitto Egitto 10:19:32
24. 1977 Maher Saleh Siria Siria 7:40:00 Mona Hussein Egitto Egitto 8:26:52
25. 1978 John Kinsella Stati Uniti Stati Uniti 10:28:00 Nessuna al traguardo
26. 1979 Claudio Plit Argentina Argentina 7:40:41 Mona Hussein Egitto Egitto 8:41:06
27. 1980 Claudio Plit Argentina Argentina 9:15:51 Caroline Wordsworth[1] Nuova Zelanda Nuova Zelanda 10:13:59
28. 1981[2] Claudio Plit Argentina Argentina 3:31:08 Tina Bishoff[1] Stati Uniti Stati Uniti 4:02:15
29. 1982 Paul Asmuth Stati Uniti Stati Uniti 6:35:03[3] Joke Van Stevaren Paesi Bassi Paesi Bassi 8:27:01
30. 1983 Nasser El Shazly Egitto Egitto 8:55:21 Irene Van Der Laan Paesi Bassi Paesi Bassi 10:08:52
1984-1985 Competizione non disputata
31. 1986 Claudio Plit Argentina Argentina 8:56:20 Monique Wildschut Paesi Bassi Paesi Bassi 9:10:35
32. 1987 Paul Asmuth Stati Uniti Stati Uniti 6:46:58 Irene Van Der Laan Paesi Bassi Paesi Bassi 7:54:05
33. 1988 Paul Asmuth Stati Uniti Stati Uniti 7:47:56 Anemie Landmeters Belgio Belgio 9:08:40
34. 1989 Diego Degano Argentina Argentina 6:40:38 Monique Wildschut Paesi Bassi Paesi Bassi 7:26:30
35. 1990 David Alleva Stati Uniti Stati Uniti 6:57:41 Shelley Taylor-Smith Australia Australia 7:44:11
36. 1991 David O’ Brien Australia Australia 6:48:55 Shelley Taylor-Smith Australia Australia 7:19:21
37. 1992 Diego Degano Argentina Argentina 6:38:35 Marian Cassidy Stati Uniti Stati Uniti 7:11:10
1993-2002 Competizione non disputata
38. 2003 Petar Stoychev Bulgaria Bulgaria 6:47:13 Angela Maurer Germania Germania 7:00:08[4]
39. 2004 Yuri Kudinov Russia Russia 7:01:51 Ivanka Moralieva Bulgaria Bulgaria 7:55:30
40. 2005 Petar Stoychev Bulgaria Bulgaria 7:17:12 Britta Kamrau Germania Germania 7:53:23
41. 2006 Yuri Kudinov Russia Russia 7:08:56 Angela Maurer Germania Germania 7:10:13
42. 2007 Alexander Studzinski Germania Germania 7:04:19 Alessandra Romiti Italia Italia 7:40:41
43. 2008 Stéphane Gomez Francia Francia 7:33:46 Britta Kamrau Germania Germania 7:56:26
44. 2009 Rotislav Vitek Rep. Ceca Rep. Ceca 6:42:55 Camilla Frediani Italia Italia 7:59:36
45. 2010 Damian Blaum Argentina Argentina 6:58:05 Alessandra Romiti Italia Italia 7:26:58
46. 2011 Rotislav Vitek Rep. Ceca Rep. Ceca 7:05:49 Pilar Geijo Argentina Argentina 7:34:21
47. 2012 Trent Grimsey Australia Australia 6:29:02[5] Esther Nunez Spagna Spagna 7:08:02
48. 2013 Brian Ryckeman Belgio Belgio 6:13:55[6] Martina Grimaldi Italia Italia 6:31:23[7]
49. 2014 Vitalij Khudyakov Kazakistan Kazakistan 6:11:27[8] Ana Marcela Cunha Brasile Brasile 6:24:47[9]
50. 2015 Damian Blaum Argentina Argentina 6:22:13 Alice Franco Italia Italia 6:29:54[10]
51. 2016 Evgenij Pop Acev Macedonia Macedonia 6:17:04 Pilar Geijo Argentina Argentina 6:46:34
52. 2017[11] Matteo Furlan Italia Italia 3:53:37 Ana Marcela Cunha Brasile Brasile 3:58:03
53. 2018 Francesco Ghettini Italia Italia 6:56:11 Barbara Pozzobon Italia Italia 7:19:05
54. 2019 Andrea Bianchi Italia Italia 6:48:32.2 Barbara Pozzobon Italia Italia 7:25.31
55. 2020 Marcel Schouten Paesi Bassi Paesi Bassi 6:05:07[12] Arianna Bridi Italia Italia 6:04.26[13]
56. 2021 Alessio Occhipinti Italia Italia 6:32:20 Caroline Jouisse Francia Francia 6:49.23

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica per vittoria[modifica | modifica wikitesto]

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Atleta Nazione Vittorie consecutive
5 Giulio Travaglio Italia Italia 4 – 1965-1968
4 Veljko Rogosic Jugoslavia Jugoslavia 4 – 1971-1974
4 Claudio Plit Argentina Argentina 3 – 1979-1981
3 Paul Asmuth Stati Uniti Stati Uniti 2 – 1987-1988
2 Alfredo Camarero Argentina Argentina 2 – 1955-1956
2 Tonatiuh Gutiérrez Messico Messico 2 – 1957-1958
2 Damian Blaum Argentina Argentina
2 Rotislav Vitek Rep. Ceca Rep. Ceca
2 Yuri Kudinov Russia Russia
2 Diego Degano Argentina Argentina
2 Petar Stoychev Bulgaria Bulgaria

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Atleta Nazione Vittorie consecutive
4 Judith De Niijs Paesi Bassi Paesi Bassi 3 - 1965-1967
3 Mona Hussein Egitto Egitto
2 Shelley Taylor-Smith Australia Australia 2 - 1990-1991
2 Barbara Pozzobon Italia Italia 2 - 2018-2019
2 Angela Maurer Germania Germania
2 Britta Kamrau Germania Germania
2 Alessandra Romiti Italia Italia
2 Pilar Geijo Argentina Argentina
2 Ana Marcela Cunha Brasile Brasile

Classifica per nazioni uomini[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Nazione
11 Argentina Argentina
9 Italia Italia
5 Stati Uniti Stati Uniti
4 Jugoslavia Jugoslavia
4 Egitto Egitto
3 Siria Siria
2 Messico Messico
2 Rep. Ceca Rep. Ceca
2 Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita
2 Australia Australia
2 Russia Russia
2 Bulgaria Bulgaria
1 Ungheria Ungheria
1 Kazakistan Kazakistan
1 Francia Francia
1 Belgio Belgio
1 Macedonia Macedonia
1 Germania Germania
1 Paesi Bassi Paesi Bassi

Classifica per nazioni femminile[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie Nazione
9 Paesi Bassi Paesi Bassi
9 Italia Italia
4 Stati Uniti Stati Uniti
4 Egitto Egitto
4 Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita
4 Germania Germania
3 Argentina Argentina
2 Ungheria Ungheria
2 Brasile Brasile
2 Australia Australia
1 Gran Bretagna Gran Bretagna
1 Jugoslavia Jugoslavia
1 Nuova Zelanda Nuova Zelanda
1 Belgio Belgio
1 Bulgaria Bulgaria
1 Spagna Spagna
1 Francia Francia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Atleta dilettante con tempo migliore della prima atleta professionista
  2. ^ Edizione disputata su un circuito di 14,7 km davanti al Lungomare di Napoli
  3. ^ Miglior prestazione maschile della traversata fino al 2012
  4. ^ Miglior prestazione femminile della traversata fino al 2013
  5. ^ Miglior prestazione maschile fino al 2012, di ben sei minuti inferiore a quella precedente, fatta registrare trenta anni prima dall'americano Paul Asmuth, battuto anche dal secondo classificato, l'italiano Edoardo Stochino
  6. ^ Migliore prestazione maschile fino al 2013, di oltre quindici minuti inferiore a quella fatta segnare l'anno precedente da Trent Grimsey
  7. ^ Miglior prestazione femminile della traversata fino al 2013, di quasi 29 minuti inferiore a quella precedente, fatta registrare nel 2003 dalla tedesca Angela Maurer
  8. ^ Migliore prestazione maschile fino al 2014, di oltre due minuti inferiore a quella fatta segnare l'anno precedente da Brian Ryckeman
  9. ^ Miglior prestazione femminile della traversata fino al 2014
  10. ^ Miglior prestazione femminile italiana della traversata fino al 2020
  11. ^ Disputato nelle acque antistanti il Circolo Nautico Posillipo di Napoli in un circuito di 16 km per avverse condizioni marine e meteorologiche
  12. ^ Attuale migliore prestazione maschile, di 6m 20s inferiore rispetto a quella fatta segnare da Vitalij Khudyakov nel 2014
  13. ^ Attuale migliore prestazione assoluta della traversata, di 41 secondi inferiore rispetto alla gara maschile e di 20m 21s rispetto al record femminile del 2014. La prestazione italiana femminile è stata anche migliorata di 25m 28s rispetto a quella di Alice Franco del 2015

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Nuoto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nuoto