Cantine Florio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cantine Florio
Gates at Florio Wine Lodge.jpg
L'ingresso dello stabilimento
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1833 a Marsala
Fondata daVincenzo Florio
GruppoIllva
SettoreAlimentare
Prodottivini
Sito webwww.cantineflorio.it/

La Cantine Florio è una casa vinicola fra le più antiche della Sicilia, particolarmente nota per la produzione del vino Marsala.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un'immagine pubblicitaria per il marsala Florio disegnata da Jean d'Ylen nel 1920

Nasce nel 1833 a Marsala ad opera dell'imprenditore Vincenzo Florio che, dopo aver acquistato un terreno in un tratto di spiaggia situato fra i bagli di Ingham-Whitaker[1] e di Woodhouse[2], vi fece costruire uno stabilimento per la produzione di vino Marsala.

I primi anni della cantina furono molto difficili, con scarsi guadagni e poche prospettive. Florio poté resistere solo grazie alle sue ingenti risorse e alla fama della famiglia, all'epoca tra le più ricche d'Italia. Gli scarsi guadagni derivavano dall'eccesso dell'offerta rispetto alla domanda del mercato, quasi completamente estero, ed inglese in particolare. La commercializzazione era iniziata 1796, prima con Woodhouse e poi con altri commercianti come Ingham & Whitaker, che ne avevano consacrato la diffusione a livello internazionale già alla fine del XVIII secolo. Florio fu il primo produttore ad etichettare il Marsala con il nome di un produttore italiano.

Successivamente, grazie alla flotta di navi mercantili posseduta dalla famiglia Florio e alla sua organizzazione commerciale a livello internazionale, il Marsala divenne il vino da dessert più servito sulle tavole della borghesia europea e cominciò ad essere esportato anche negli Stati Uniti d'America.

Nel 1853 la produzione del Marsala ammontò a 6.900 botti[3] di cui il 23% prodotto dalle cantine Florio, il 19% dalla Woodhouse ed il 58% da Ingham & Whitaker.

Successivamente venne rilevata l'azienda ed il marchio Woodhouse, e Florio divenne il maggior produttore di vino Marsala. Nel 1904 nasce la Florio e C. - Società anonima vinicola italiana con la trasformazione in società per azioni da parte di Ignazio Florio jr.

Nel 1920 furono acquisite, insieme ad altri stabilimenti dalla Cinzano che le unificò sotto il marchio Florio. Nel 1988 Cinzano ha venduto la compagnia alla Illva. Le Cantine Florio dal 1992 hanno aperto al pubblico uno spazio espositivo. Oggi fa parte del gruppo Illva di Saronno e produce anche moscato e passito di Pantelleria.

L'azienda si fregia, sull'etichetta del suo famoso marsala, delle antiche patenti di fornitore della Reale Casa Savoia, e delle Reali case di Belgio, Romania e Baviera.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antica casa vinicola con sede a Marsala e produttrice dell'omonimo vino.
  2. ^ La Woodhouse è stata la prima azienda vinicola, fondata da un inglese nel 1796, che ha iniziato l'esportazione del Marsala in Gran Bretagna ed altri paesi europei.
  3. ^ Marsala Florio, su digilander.libero.it. URL consultato il 10 dicembre 2008.
  4. ^ Orazio Cancila, Storia dell'industria in Sicilia, Laterza, 1995, p. 175, ISBN 9788842046097.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]