Calle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Calle (disambigua).
La Calle del Paradiso, nella zona di Santa Maria Formosa a Venezia

La calle (plur. calli) è la tipica strada veneziana, incassata tra due file continue di edifici adibiti ad abitazione o a negozi al pian terreno; deriva dal latino callis che significa "sentiero".

La larghezza delle calli è estremamente variabile: si va dai 60 centimetri circa delle calli più strette che spesso per questo sono denominate callesèlle o callétte, fino ai cinque-sei metri o anche oltre di quelle più ampie, denominate spesso "calli larghe".

Con il termine "salizada" (lett. selciata) vengono denominate alcune calli larghe di importanza speciale. Il nome sta a indicare il fatto che in epoche passate queste strade proprio grazie alla loro importanza furono tra le prime a venir pavimentate con le classiche pietre in selciato grigio (pietra trachitica) oggi usate pressoché ovunque in città, mentre il resto delle calli e delle strade presentavano una pavimentazione in mattoni di cotto disposti a spina di pesce (come ancora attualmente ha il campo antistante alla Chiesa della Madonna dell'Orto) quando non erano del tutto prive di pavimentazione.

Alcune calli cieche secondarie, la cui unica funzione è consentire l'accesso alle abitazioni che vi si affacciano, vengono denominate "ramo".

Anche la lunghezza delle calli è molto variabile: si va dai pochi metri fino alle "calli lunghe" che possono estendersi anche per qualche centinaio di metri, con un percorso talvolta tortuoso. Alcune calli lunghe, particolarmente importanti per le numerose attività commerciali che vi si affacciano fin da tempi remoti, sono denominate "ruga": famosissime a Venezia sono la Ruga Giuffa e la Ruga Rialto o Ruga dei Oresi.

A Venezia, l'odonomastica delle calli è alquanto varia: molte prendono il nome di qualche personaggio famoso che spesso aveva case o palazzi nella zona (es. Calle Foscarini), altre richiamano l'antica o attuale vicinanza a una chiesa o un convento (es. Calle San Doménego, Calle della Chiesa) oppure si riferiscono a mestieri o attività che un tempo ivi erano praticati o concentrati (Calle del Pistór, Calle dei Całeghèri, Calle del Squero) e in qualche caso anche a semplici persone comuni che vi risiedevano o vi operavano e che per un motivo o per l'altro avevano acquistato una certa fama locale (es. "Calle del Barba Frutariòl", lett. "Calle dello Zio Fruttivendolo"). Il nome stesso delle calli spesso non è univoco: per esempio, in città esistono diverse Calle San Doménego, Calle della Chiesa, Calle del Squero, ubicate in sestieri differenti.

Le calli al di fuori di Venezia[modifica | modifica wikitesto]

Una calle a Parenzo
Una calle a Chioggia
Kalelarga a Zara

Le calli non sono una peculiarità del centro storico di Venezia, ma di tutti i centri della laguna, urbanizzati in tempi storici, quali Chioggia, Malamocco, Burano, Murano, ecc. Sono tuttora denominate "calli", le strade di molte città di impronta veneziana: troviamo quindi calli nel centro di Muggia (provincia di Trieste), Mestre, Caorle, Garda e a Grado e Loreo.

Le calli sono una struttura urbanistica tipica di tutti i centri ex veneziani dell'Adriatico orientale (in Istria e Dalmazia). La strada principale di Zara, in Dalmazia, è ancor oggi denominata, in croato, Kalelarga.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Venezia Portale Venezia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Venezia