Burning ship

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Burning Ship Zoom
Burning Ship

Il frattale Burning Ship, fu creato e descritto per la prima volta da Michael Michelitsch e Otto E. Rössler nel 1992. Il frattale è definito come l'insieme dei punti in tale che la seguente successione per ricorrenza:

è limitata. L'unica differenza fra questo frattale e l'Insieme di Mandelbrot è che alla componente reale e a quella immaginaria sono attribuiti i loro rispettivi valori assoluti prima di ogni iterazione. La mappa non è analitica perché la sua parte reale e immaginaria non obbediscono alle equazioni di Cauchy-Riemann.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Michael Michelitsch e Otto E. Rössler (1992). "The "Burning Ship" and Its Quasi-Julia Sets". In: Computers & Graphics Vol. 16, No. 4, pp. 435–438, 1992. Ristampato in in Clifford A. Pickover Ed. (1998). Chaos and Fractals: A Computer Graphical Journey — A 10 Year Compilation of Advanced Research. Amsterdam, Olanda: Elsevier. ISBN 0-444-50002-2

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica