Bruno Di Porto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Ogni epoca ha i suoi errori e in errori facilmente cade l’agire umano. Gli errori hanno sempre conseguenze e non è facile preservare dalle conseguenze le generazioni future. La via migliore, o l’unica, è di cercare di riparare agli errori.»

(Bruno Di Porto[1])

Bruno Di Porto (Roma, 17 luglio 1933) è uno storico italiano, professore di Storia del Giornalismo e Storia Contemporanea all'Università di Pisa in quiescenza.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È Lay Minister of Jewish Religion, esponente e cofondatore del Gruppo Ebraico Progressivo in Roma Mevakshé Derekh ("Coloro che cercano la via"). Già presidente della Associazione Italiana per l'Ebraismo Progressivo - Sinagoga Lev Chadash di Milano, è direttore del periodico "Una finestra ebraica sul mondo", fondato nel 1993, [2] nonché direttore di Hazman veHaraion - Il Tempo e l'Idea.

Di Porto è stato tra i principali studiosi a stabilire il legame tra movimento sionista e Risorgimento, in particolare nel pensiero del Mazzini.[3]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • "Il Partito Repubblicano Italiano - profilo per una Storia", Roma, 1963;
  • "Storia del Patto di Fratellanza - Movimento operaio e democrazia repubblicana", Roma, 1983 (scritto in collaborazione con Lucio Cecchini);
  • "La Resistenza nel viterbese - Quaderni della Resistenza laziale"; Roma, 1977;
  • "Gli articoli di Achille Loria in Echi e Commenti", Pisa, 1991;
  • "Echi e Commenti - un periodico tra le due Guerre Mondiali", Pisa, 1991;
  • "Achille Loria Direttore di Echi e Commenti", Pisa, 1991.
  • "Politica, economia e cultura in una rivista tra le due guerre - Echi e Commenti 1920-1943", Torino, 1995.
  • "Il partito politico nella Nuova Antologia - Il Partito politico nella belle époque", Milano, 1990, pagg. 247-278.
  • "Elia Benamozegh - Un volto mediterraneo dell'ebraismo integrale e moderno, mistico e storico, nell'incontro con l'Italia - Per Elia Benamozegh a cura di Alessandro Guetta", Milano, 2001, pagg. 67-86;
  • "L'ebraismo italiano nell'età giolittiana - la svolta di Giolitti a cura di Aldo Mola", Foggia, 2000, pagg. 177-213;
  • "Apporti e posizioni di ebrei nella vita e nella politica italiana - Isacco Artom e gli ebrei italiani dai Risorgimenti al Fascismo - a cura di Aldo Mola", Foggia, 2002, pagg. 59-108;
  • "Gli ebrei in Italia durante il Fascismo - Isacco Artom e gli ebrei italiani dai Risorgimenti al Fascismo - a cura di Aldo Mola", Foggia, 2002, pagg. 153-188;
  • "Abramo nella tradizione ebraica - Abramo padre di tutti i credenti - a cura di Cesare Letta", Pisa, 2005, pagg. 69-102;
  • "La Rassegna mensile di Israel in epoca fascista - La Rassegna mensile di Israel Vol. LXI - terza serie", Roma, 1995, pagg. 7-54.
  • Il giornalismo ebraico in Italia. “L'Educatore Israelita” (1853 – 1874), in “Materia Giudaica” Bollettino dell'associazione italiana per lo studio del giudaismo, 2000/6, pp. 60 –90.
  • Il giornalismo ebraico in Italia. Un primo sguardo d'insieme al “Vessillo Israelitico”, in “Materia giudaica” Rivista dell'associazione per lo studio del giudaismo, VI/1 (2001), pp. 104 – 109.
  • “Il Vessillo Israelitico”. Un vessillo ai venti di un'epoca tra Otto e Novecento, in “Materia Giudaica” Rivista dell'associazione italiana per lo studio del giudaismo, VII/2, pp. 349 – 383.
  • Elia Benamozegh, un volto mediterraneo dell'ebraismo integrale e moderno, mistico e storico, nell'incontro con l'Italia, in Per Elia Benamozegh - Atti del Convegno di Livorno su Benamozegh, a cura di Alessandro Guetta, Milano, Thalassa De Paz, 2001, pp. 67 – 86.
  • Apporti e posizioni di ebrei nella vita e nella cultura politica italiana, in Isacco Artom e gli ebrei italiani dal Risorgimento al fascismo, a cura di Aldo A. Mola, Foggia, Bastogi, 2002, pp. 59–108.
  • Gli ebrei in Italia durante il fascismo, Ibidem, pp. 153–188.
  • Il nazionalismo tra continuità e rottura con il Risorgimento, in Da Oriani a Corradini. Bilancio critico del primo nazionalismo italiano, a cura di Romain H. Rainero, Milano, Franco Angeli, 2003, pp. 25 – 44.
  • Haittonut hayehudit be Italia nokah haantiṧemiut (Il giornalismo ebraico in Italia di fronte all'antisemitismo), in “Qesher”, rivista israeliana di storia del giornalismo ebraico, n. 33, 2003, pp. 90 – 99.
  • Un umanesimo religioso ebraico, in “Testimonianze”, n. 429, pp. 84– 89.
  • “Il Corriere Israelitico”. Uno sguardo d'insieme, in “Materia Giudaica”, Rivista dell'Associazione italiana per lo studio del giudaismo, IX/ 1-2 (2004), pp. 249 – 263.
  • I periodici fiorentini di Samuel Hirsch Margulies: la “Rivista Israelitica” e “La Settimana Israelitica”, in Percorsi di storia ebraica. Atti del Convegno internazionale Cividale del Friuli – Gorizia, 7 – 9 settembre 2004, a cura di Pier Cesare Ioly Zorattini, Udine, Forum, 2005, pp. 221 – 245.
  • Abramo nella tradizione ebraica, in Abramo padre di tutti i credenti. Alle radici delle tre grandi religioni monoteistiche, a cura di Cesare Letta, Pisa, ETS, 2006, pp. 67 – 102.
  • Prefazione a Gabriele Ancona, Ledor vador. Di generazione in generazione. Cronaca domestica degli Ancona dal XIV al XXI secolo, Milano, 2006.
  • Guardare sempre all'origine, in Il potere, a cura di Piero Ciardella e Maurizio Gronchi, Milano, Paoline, 2007, pp. 95 – 96.
  • Ebraismo. Quel dialogo senza blackout tra l'uomo e Dio, in Quale Dio quale uomo oggi? Dubbi, ricerca, speranza, Assisi, Citadella, 2007, pp. 91 – 101.
  • Gli ebrei italiani di fronte al 1938, in “La Rassegna Mensile di Israel”,LXXIII, n. 2. Maggio – agosto 2007. Numero speciale in occasione del 700 anniversario dell'emanazione della legislazione antiebraica fascista, a cura di Michele Sarfatti, pp. 249 – 276.
  • Il foro interiore e lo spazio pubblico, in “Testimonianze”, n. 460, luglio – agosto 2008, pp. 40 – 45.
  • Recensione a Pietro Ioly Zorattini, i nomi degli altri. Conversioni a Venezia e nel Friuli in età moderna, Firenze, Leo Olschki, 2008, in “Materia Giudaica”, XIII / 1 - 2 (2008), pp. 440 – 443.
  • Posizioni di ebrei di fronte alla vicenda Zolli, in Israel – Eugenio Zolli. Un semitista tra religioni e storia, a cura di Pier Angelo Carozzi, Padova, Il Poligrafo, 2009, pp. 129 – 168.
  • Gli ebrei d'Italia nell'età fascista e nella persecuzione, in Atti delle giornate di studio per i settant'anni delle leggi razziali in Italia. Napoli Università ‘L'Orientale' – Archivio di Stato 17 e 25 novembre 2008, a cura di Giancarlo Lacerenza e Rossana Spadaccini, Napoli, 2009, pp. 113 – 143.
  • Simone Weil e l'ebraismo. La radice disconosciuta, in “Testimonianze”, n. 468 – 469, pp. 112 – 121.
  • Ebraismo, una civiltà sviluppata da un popolo, su una base religiosa, in Fedi e conflitti. Le religioni possono costruire la pace, a cura di Massimo Salani. Pisa, Plus, 2010, pp. 145 – 172.
  • Marco Mordekai Mortara Doreṧ Tov, in “Materia Giudaica”, Rivista dell'Associazione italiana per lo studio del giudaismo, XV – XVI (2010 – 2011), Atti del XXIII Convegno internazionale dell'AISG. L'Ottocento ebraico in Italia fra tradizione e innovazione: la figura e l'opera di Marco Mortara, pp. 139 – 167.
  • Un timbro di ritualità e di valore ai ritmi del tempo, in “Testimonianze”, n. 477, maggio –giugno 2011, pp. 32– 36.
  • Origini, sviluppi e apporti della presenza ebraica nella storia nordamericana (limitatamente agli Stati Uniti di America), in L'Europa e la sua espansione religiosa nel continente nordamericano, a cura di Luciano Vaccaro, Milano, Centro Ambrosiano, 2012, pp. 661 – 690.
  • Il movimento di riforma nel contesto dell'ebraismo contemporaneo, in Storia religiosa degli ebrei di Europa, a cura di Luciano Vaccaro, Milano, Centro Ambrosiano, pp. 267 – 326.
  • Commento alla Torah, in volume pubblicato a cura di Sergio Di Porto e Anna Coen, Roma, 2012. (Lo vado ampliando in puntate settimanali su siti elettronici e in newsletter dell'Associazione e Sinagoga Lev Cadash, in vista di una probabile edizione in e-book.)
  • Gli ebrei nella vita e nella cultura politica italiana dal Risorgimento alla fine dell'Ottocento, in L'emancipazione ebraica in Toscana e la partecipazione degli ebrei all'Unità d'Italia. Atti del Convegno di studi Livorno – Pisa – Firenze 28 febbraio . 1º marzo 2011, a cura di Dora Liscia Bemporad, Firenze. Edifir, 2012, pp. 27 – 43.
  • Ebrei italiani dell'Ottocento tra politica e cultura, tra italianità ed ebraismo, in Ebrei, minoranze e Risorgimento. Storia, cultura, letteratura, a cura di Marina Beer e Anna Foa, Roma, Viella, 2013, pp. 37 – 63.
  • Prefazione a Toccare il fondo. Una famiglia di ebrei italiani attraverso due guerre mondiali, di Gianna Di Nepi, a cura di Giulia Piperno, Livorno, Salomone Belforte & C., 2013, pp. 9 – 11.
  • Voce relativa a David Norsa in Dizionario biografico degli italiani, Roma, Istituto della Enciclopedia italiana, 2013, edizione on line.
  • Gli ebrei d'Italia dai vecchi stati all'Unità, in Gli ebrei italiani dai vecchi stati all'Unità. Atti del convegno 9 novembre 2011. Museo Ebraico di Bologna, a cura di Franco Bonilauri e Vincenza Maugeri, Firenze, Giuntina,2014,pp. 9– 56.
  • Direzione e pubblicazione del periodico “Hazman Veharaion – Il Tempo e L'Idea”.
  • Voce Ghetto in Lessico interculturale a cura di Serena Gianfaldoni, Milano, Franco Angeli, 2014, pp. 91 – 95, 249.
  • Riflessi religiosi di un movimento secolare: sionismo e religione, in Una città tra Terra e Cielo. Gerusalemme. Le Religioni, le Chiese. Sotto la direzione di Cesare Alzati, a cura di Luciano Vaccaro, Libreria Editrice Vaticana, Fondazione Ambrosiana Paolo VI, 2014, pp. 423–454.
  • Per un profilo culturale di Raffaele Ottolenghi. Contributo su aspetti di fondo, in Non solo verso Oriente. Studi sull'Ebraismo in onore di Pier Cesare Ioly Zorattini, a cura di Maddalena Del Bianco Cotrozzi, Riccardo Di Segni e Marcello Massenzio Tomo II Età contemporanea. Firenze, Leo S. Olschki, MMXIV, pp. 519 – 533.
  • Vittorio di Moisè e i discendenti, in Una dinastia di ebrei pisani fra mercatura, arte, politica e diritto (secoli XVI – XX), a cura di Franco Angiolini e Monica Baldassarri, Società Storica Pisana – Biblioteca del Bollettino Storico Pisano, Pisa, Pacini, 2015, pp. 181 – 194.
  • Recensire discutendo. Il libro di Bruno Segre. Israele, la paura, la speranza, in “Hazman Veharaion – Il Tempo e L'Idea”, XX (2014), pp. 21 – 27.
  • Una cronaca di Correggio. Pranzo patriottico tra cristiani ed ebrei, ivi, pp. 27 –31. Rec. All'edizione della cronaca di Pietro Vellani, curata da N. Benati e G. Fontanesi.
  • Recensione a Il tempo del Messia e altri racconti di,I. L. Perez, tradotto e curato da Elissa Bemporad e Margherita Pascucci, ivi, pp. 32 – 35.
  • La rinascita del giornalismo ebraico in Italia con Carlo Alberto Viterbo dopo la Liberazione, ivi, pp. 46 – 56.
  • In ricordo di Marco Treves. Contenuto, datazione, attribuzione del Libro di Tobia, ivi, pp. 56 – 60.
  • Quale è la via del vento, rec. Alla biografia di Rav Isidoro Kahn curata da Paolo Orsucci, ivi, pp. 61 – 63.
  • L'invenzione marrana resa da Elia Boccara, ivi, pp. 63 – 66.

Altre recensioni nella stessa annata della rivista.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]