Brian Ihnacak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brian Ihnacak
Brian Ihnacack - Italy-Slovenia 07.02.2015.jpg
Ihnacak con la maglia della Nazionale
Nome Brian Stephen Ihnacak
Nazionalità Canada Canada
Italia Italia (dal 2014)
Altezza 183 cm
Peso 86 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Ruolo Centro/Ala destra
Tiro Destro
Squadra Sparta Praga
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
2001-2003 St. Michael's Buzzers 94 46 62 108
2003-2007 Brown Bears 103 28 48 76
Squadre di club0
2007-2008 MHK Kežmarok 37 9 10 19
2008-2009 Augusta Lynx 7 2 0 2
2008-2009 Elmira Jackals 39 5 8 13
2009-2010 MHK Kežmarok 2 1 3 4
2009-2010 HKm Zvolen 8 1 1 2
2009-2010 Poprad 2 0 0 0
2010-2011 RiverKings 16 2 4 6
2011 Fort Worth Brahmas 20 5 7 12
2011 Allen Americans 6 1 6 7
2011-2012 Pontebba 42 16 26 42
2012-2014 Valpellice 84 61 81 142
2014 Malmö 17 4 3 7
2014-2015 Vålerenga 54 22 62 84
2015-2016 Mountfield 58 18 23 41
2016- Sparta Praga 0 0 0 0
Nazionale
2014- Italia Italia 23 4 4 8
NHL Draft
2004 Pittsburgh Penguins 259a scelta ass.
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1 maggio 2016

Brian Stephen Ihnacak (Toronto, 10 aprile 1985) è un hockeista su ghiaccio canadese naturalizzato italiano, milita come attaccante nell'HC Sparta Praha, squadra della Extraliga ceca, e nella Nazionale italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inhacak possiede quattro passaporti: canadese, slovacco (per le origini del padre), ceco (per le origini della madre) ed italiano (poiché il nonno materno era emigrato a Praga dall'Italia).[1][2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Peter e nipote di Miroslav Ihnačák, ex giocatori della National Hockey League, Brian nacque e crebbe in Canada, iniziando a giocare ad hockey nella Ontario Junior Hockey League con i St. Michael's Buzzers. Nel 2003 si iscrisse all'Università Brown, conquistando con la maglia dei Bears nelle quattro stagioni successive alcuni trofei individuali. Nel 2004 fu scelto al Draft dai Pittsburgh Penguins al nono giro.[3]

Dal 2007 al 2011 Ihnacak si divise fra Slovacchia, terra di origine della famiglia, e il Nordamerica, vestendo le maglie di numerose formazioni: nella Extraliga slovacca vestì le maglie di Kežmarok, Zvolen e Poprad, mentre in America giocò nelle leghe minori della ECHL e della CHL.

In possesso della cittadinanza italiana, Brian nell'autunno del 2011 giunse in Serie A dove fu ingaggiato dal Pontebba.[4] Concluse la stagione con 42 punti in altrettante presenze.

L'anno successivo invece si trasferì all'HC Valpellice. Con la maglia dei Bulldogs conquistò il suo primo trofeo, la Coppa Italia.[5] Per la stagione 2013-2014 rinnovò il contratto con la squadra piemontese.[6]

Nel febbraio 2014, una settimana dopo il caso che interessò Chris DiDomenico dell'Asiago, anche Ihnacak, top scorer della Elite.A, venne messo fuori rosa dal Valpellice per la sua volontà a trasferirsi all'estero[7]. A metà mese si accasò così in Svezia, nell'Hockeyallsvenskan, ingaggiato dai Malmö Redhawks.[8]

Nel settembre 2014, dopo un periodo di prova non andato a buon fine con i Düsseldorfer EG, Ihnacak firmò con il Vålerenga Ishockey, squadra della GET-Ligaen, il massimo campionato norvegese.[9] Al termine della stagione regolare risultò il top scorer della lega con 77 punti in 44 partite giocate.[10]

Nel maggio 2015 venne ingaggiato dal Mountfield HK, squadra della Extraliga ceca.[11]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Brian Ihnacak fu convocato per la prima volta in Nazionale in occasione dell'Euro Ice Hockey Challenge nel febbraio del 2014.[12] Nella primavera dello stesso anno partecipò al campionato mondiale disputatosi in Bielorussia.[13] Nel 2015 prese parte al mondiale di Prima Divisione disputatosi in Polonia, risultando il miglior marcatore del Blue Team.[14]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Valpellice: 2012-2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • OJHL First All-Star Team: 1
2001-2002
  • OJHL Most Improved Player: 1
2001-2002
2003-2004
  • ECAC All-Rookie Team: 1
2003-2004
  • ECAC Rookie of the Year: 1
2003-2004
  • Maggior numero di reti della Elite.A: 1
2013-2014 (35 reti)
2013-2014 (81 punti)
2014-2015 (55 assist)
2014-2015 (77 punti)
2014-2015
Polonia 2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il giramondo Ihnacak: «Canada non imbattibile», altoadige.gelocal.it, 16 maggio 2014. URL consultato il 18 febbraio 2015.
  2. ^ Brian Ihnacak: «La mia esplosione? L'hockey è una questione di testa», ecodelchisone.it, 23 ottobre 2012. URL consultato il 13 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Penguins Draft Pick Brian Ihnacak Inks Deal with Valpellice Bulldogs, thehockeyhouse.net, 22 settembre 2012. URL consultato il 23 marzo 2013.
  4. ^ Ihnacak, un figlio d'arte per le Aquile, hockeytime.net, 6 ottobre 2011. URL consultato il 23 marzo 2013.
  5. ^ La Valpe si assicura Brian Ihnacak, hockeytime.net, 22 settembre 2012. URL consultato il 23 marzo 2013.
  6. ^ Confermati a Torre Ihnacak e Tomko. In arrivo Ambrosi e Strong, hockeytime.net, 2 settembre 2013. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  7. ^ Comunicato societario, hcvalpellice.net, 16 febbraio 2014. URL consultato il 17 febbraio 2014.
  8. ^ (SV) Brian Ihnacak klar för Malmö Redhawks, malmoredhawks.com, 17 febbraio 2014. URL consultato il 17 febbraio 2014.
  9. ^ (NO) Ihnacak: -VIF fristet mest, vif-hockey.no, 10 settembre 2014. URL consultato il 15 settembre 2014.
  10. ^ (EN) Norwegian Ligaen playoff preview: Reigning champs from Stavanger favourites again, championshockeyleague.net, 5 marzo 2015. URL consultato il 1º maggio 2015.
  11. ^ (CS) Do Hradce míří další trojice hráčů – gólman a dva forvardi, mountfieldhk.cz, 9 maggio 2015. URL consultato il 23 maggio 2015.
  12. ^ EIHC: le convocazioni di Tom Pokel, hockeytime.net, 21 gennaio 2014. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  13. ^ Mondiali 2014: tutti a bordo, si parte per Minsk, hockeytime.net, 6 maggio 2014. URL consultato il 23 maggio 2014.
  14. ^ Nazionale: il roster definitivo per i mondiali, hockeytime.net, 15-04- 2015. URL consultato il 20 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]