Boreopelta vavilovi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Boreopelta vavilovi
Stato di conservazione: Fossile
Periodo di fossilizzazione: Triassico
Boreopelta vavilovi.jpg
Ricostruzione
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Ordine Temnospondyli
Famiglia Rhytidosteidae
Genere Boreopelta
Shishkin, 1985
Specie B. vavilovi
Nomenclatura binomiale
Boreopelta vavilovi
Shishkin, 1985

La boreopelta (Boreopelta vavilovi Shishkin, 1985) è un anfibio estinto, appartenente ai temnospondili. Visse nel Triassico inferiore (Olenekiano, circa 252 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Siberia (Russia).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo animale è noto principalmente per l'olotipo, un frammento di cranio, noto con il numero di catalogo PIN 4115/1, e per una mandibola parziale attribuita (PIN 4113/5). Questi fossili hanno permesso di ricostruire un animale con un grande cranio piatto e di forma pressoché triangolare, dall'incisura otica moderata. Il cranio possedeva una breve regione facciale. La distanza orbitopieale era lunga, mentre la fessura pterigosquamosale era aperta, e lo pterigoide non raggiungeva l'osso palatino e l'exoccipitale.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Boreopelta vavilovi è stato descritto per la prima volta nel 1985, sulla base di fossili ritrovati nella formazione Teryutekhskaya nei pressi del fiume Karya-khos-Teryutekh, nella Siberia centrale. Secondo un'analisi filogenetica del 2011, Boreopelta rappresenterebbe una delle rare forme settentrionali di ritidosteidi, un gruppo di anfibi temnospondili del Triassico, tipici dei continenti meridionali. Boreopelta potrebbe essere strettamente imparentato con Peltostega, un altro ritidosteide ritrovato nelle Svalbard.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Shishkin, M. A. & Vavilov, M. N. (1985). "A rhytidosteid (Amphibia, Labyrinthodontia) find from the Triassic in the USSR". Transactions (Doklady) of the USSR Academy of Sciences, Earth Sciences Section 282: 233–236.
  • R. Schoch and A. R. Milner. 2000. Stereospondyli. Handbuch der Paläoherpetologie - Encyclopedia of Paleoherpetology 3B:1-203
  • Dias-da-Silva, S.; and Marsicano, C. (2011). "Phylogenetic reappraisal of Rhytidosteidae (Stereospondyli: Trematosauria), temnospondyl amphibians from the Permian and Triassic". Journal of Systematic Paleontology 9 (2): 305–325. doi:10.1080/14772019.2010.492664