Bolivar (metropolitana di Parigi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metro-M.svg Bolivar
Metro de Paris - Ligne 7bis - Bolivar 01.jpg
Stazione della metropolitana di Parigi
Inaugurazione 18 gennaio 1911
Stato in uso
Linea Linea 7bis
Localizzazione Parigi
Mappa di localizzazione: Parigi
Bolivar
Metropolitane del mondo

Coordinate: 48°52′47.06″N 2°22′33.24″E / 48.879739°N 2.375901°E48.879739; 2.375901

Bolivar è una stazione sulla linea 7bis della Metropolitana di Parigi ed è ubicata nel XIX arrondissement di Parigi al limite nord-est della città, al confine coi comuni di Aubervilliers, Pantin e Le Pré-Saint-Gervais.

La stazione[modifica | modifica sorgente]

La stazione è stata inaugurata nel 1911.

Il suo nome deriva da Simón Bolívar soprannominato Libertador (1783-1830), generale e uomo politico sudamericano, fra i maggiori artefici della lotta per l'indipendenza dell'America latina dalla Spagna.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Durante la prima guerra mondiale, la stazione, come tutte le stazioni poste in profondità nel sottosuolo, venne utilizzata come ricovero per i parigini contro i bombardamenti aerei. In occasione di un violento bombardemento, l'11 marzo 1918, la popolazione del quartiere venne presa dal panico: gli abitanti si precipitarono verso il ricovero, ma vennero bloccata dalle porte che si aprivano soltanto verso l'esterno. Le prime persone finirono per essere calpestate dalla folla che spingeva e soffocarono. Quando le porte cedettero sotto la spinta della folla impazzita dalla paura, rimasero sul terreno sessantasei morti dei quali non si sa quanti uccisi dal bombardamento e quanti calpestati dalla folla.

La tragedia non fu inutile. Da allora, poco per volta, tutte le porte della metropolitana di Parigi vennero modificate in modo che si potessero aprire in entrambi i sensi[1].

Accessi[modifica | modifica sorgente]

  • 125, avenue Simon Bolivar

Interconnessioni[modifica | modifica sorgente]

Gelleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jean Robert, Notre métro, p 102

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]