Blechnum spicant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Blechnum spicant
Blechnum spicant.jpg
Blechnum spicant
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pteridophyta
Classe Polypodiopsida
Ordine Polypodiales
Famiglia Blechnaceae
Genere Blechnum
Specie B. spicant
Nomenclatura binomiale
Blechnum spicant
(L.) Sm.
Nomi comuni

Lonchite minore

Blechnum spicant (L.) Sm. è una felce appartenente alla famiglia delle Blechnaceae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del genere deriva dal greco blechnon, nome di una felce nota in Dioscoride Pedanio medico, botanico e farmacista greco antico che esercitò a Roma ai tempi dell'imperatore Nerone.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Pianta perenne con aspetto cespitoso, con grosso rizoma strisciante ricoperto da numerose squame che si estendono fino alla base dei piccioli fogliari; foglie sterili; alta 30–50 cm; brevemente picciolate, oblungo lanceolate, pennato-partite, scure e lucide; foglie fertili lunghe 5-9 dm, portanti su ciascun lobo 2 sori allungati e paralleli alla nervatura mediana. I sori sono ricoperti da un indusio membranoso. Il nome generico significa ‘piuma di struzzo’; quello specifico si riferisce forse alla fronda fertile eretta, simile a una spiga.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Il periodo di sporificazione va da giugno a settembre.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Ha una vasta distribuzione circumboreale ed presente lungo tutto l'arco alpino, nelle Prealpi lombarde,sugli Appennini (salvo che in Umbria e Basilicata) e sulle montagne della Sicilia e della Sardegna. Cresce in vicinanza di ruscelli e in boschi umidi e ombrosi, prevalentemente su substrati acidi, con optimum nella fascia montana[1].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Galetti, Abruzzo in fiore, Edizioni Menabò - Cooperativa Majambiente, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica