Blake Stone: Planet Strike

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blake Stone: Planet Strike
videogioco
Bsplstr.png
Piattaforma MS-DOS
Data di pubblicazione 28 ottobre 1994
Genere Sparatutto in prima persona
Tema fantascienza
Sviluppo Jam productions
Pubblicazione Apogee Software
Modalità di gioco Singolo giocatore
Periferiche di input Mouse, Joystick, Tastiera
Motore grafico Wolfenstein 3D engine
Supporto floppy disk, cd-rom
Preceduto da Blake Stone: Aliens of Gold

Blake Stone: Planet Strike è uno sparatutto in prima persona del 1993, sviluppato da JAM Productions basandosi sul motore grafico di Wolfenstein 3D, e prodotto dalla Apogee Software. Il gioco è il seguito di Blake Stone: Aliens of Gold, uscito un anno prima. Nel luglio 2013 Apogee ha reso disponibile il codice sorgente del gioco.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia si svolge nel 2149, nove anni dopo i fatti di Aliens of Gold: il Dr. Pyrus Goldfire, che sembrava essere sparito nel nulla, è in realtà vivo e sta segretamente riorganizzando la sua vecchia organizzazione, la STAR. Sempre nei panni dell'agente segreto Robert Wills Stone III detto Blake, dovremmo definitivamente fermare il malvagio scienziato.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è molto simile a Aliens of Gold; appaiono nuovi nemici, anche se alcuni sono vecchi sprite dotati di una differente palette di colore; inoltre ci sono piccoli miglioramenti grafici (come le armi che si trovano in mano al giocatore, più definite rispetto al passato) e una mappa che si aggiorna in tempo reale, visibile mentre si gioca senza bisogno di mettere il gioco in pausa. Diversamente dal primo capitolo, dove per completare i livelli andava trovata una chiave rossa, in Planet Strike per completare i livelli occorre trovare un detonatore, e con questo distruggere un "Security Cube".

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi