Björn at Haugi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Björn at Haugi
Hågahögen.jpg
Il tumulo di Håga (Hågahögen) o kurgan del re Björn (Kung Björns hög) presso Uppsala. Risalente all'età del bronzo scandinava, fu attribuito erroneamente nel XVII-XVIII secolo come tumulo funerario di re Björn.
re di Svezia
In carica prima metà IX secolo
Predecessore Erik Refilsson
Successore Anund Uppsale
Nome completo Björn II Eriksson at Haugi
Morte prima metà IX secolo
Dinastia Casato di Munsö
Padre Erik Björnsson
Figli Þórðr knappr
Religione paganesimo norreno

Björn II Eriksson, detto at Haugi (dal norreno haugr , "del tumulo") (... – prima metà IX secolo), è stato un semi-leggendario sovrano svedese.

Secondo la saga di Hervör era figlio di re Erik Björnsson e regnò in diarchia sul trono svedese assieme al fratello Anund Uppsale. Presso la sua corte ospitava il poeta scaldo Bragi:

«I figli di Eiríkr Björnsson furono Anund Uppsale e re Björn. Successivamente il regno svedese fu di nuovo diviso tra i due fratelli. Essi succedettero al regno alla morte di Erik Refilsson. Re Björn costruì una casa chiamata il tumulo e lui stesso fu chiamato Björn del tumulo. Bragi il poeta era con lui.»

(saga di Hervör, cap. XVI[1])

Da notare che Bragi è anche il nome del dio della poesia norreno. Lo Skáldatal menziona presso la corte di re Björn un secondo poeta, Erpr lútandi.

san Anscario, missionario cristiano ospitato da re Björn attorno al 829.
Illustrazione di Hugo Hamilton del 1830.

Una conferma della storicità di re Björn at Haugi si ritrova nella Vita Ansgarii di Rimberto di Brema, dove menziona un Bern re di Birka (città nei domini di re Björn), incontrato nel viaggio di san Anscario del 827-829:

«Tandem ad portum regni ipsorum, qui Byrca dicitur, pervenerunt, ubi benigne a rege, qui Bern vocabatur, suscepti sunt.»

(Vita Sancti Anscharii Archiepiscopi Hamburgensis, cap. XXI[2])

Il re fu ospitale con i missionari, ma non si convertì, sebbene Herigar, uno dei suoi consiglieri, lo fece. Rimberto cita anche un re svedese Anoundus, esiliato ma tornato con l'aiuto danese[3]. Bern e Anoundus vengono usualmente identificati con i fratelli Björn e Anund. Durante la seconda visita missionaria di san Anscario, nel 852, entrambi i fratelli erano deceduti ed era recentemente salito al trono re Olaf.

Björn e Amund sono citati tra i 100 e i 150 anni dopo da Adamo da Brema, sebbene vi siano delle discordanze di date[4].

Il Landnámabók riporta che Þórðr knappr, uno dei primi abitanti dell'Islanda, era figlio di Björn at Haugi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saga di Hervör, traduzione in inglese di Nora Kershaw.
  2. ^ Vita Sancti Anscharii, traduzione in inglese di Charles. H. Robinson.
  3. ^ (LA) Ericus Michael Fant, Scriptores Rerum Suecicarum Medii aevi de schedis præcipue Nordinianus collectos dispositos ac emendatos, imp. de Zeipel, 1828, p. 206.
  4. ^ (EN) Stewart Baldwin, Early Swedish Kings, GEN-MEDIEVAL/soc.genealogy.medieval, 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

fonti primarie