Biancosarti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biancosarti
Biancosarti.jpg
Bottiglia di Biancosarti - etichetta anni 2000
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneEmilia Romagna
Dettagli
Categoriabevanda
Ingredienti principalialcool, acqua, zucchero, erbe, spezie e fiori

Il Biancosarti è un aperitivo dolce prodotto tramite distillazione di erbe, spezie e fiori, con un sapore caratterizzato dalla forte presenza di cortecce e radici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1952, i fratelli Amedeo, Angelo e Mario Dalle Molle – già produttori del VOV e del Cynar – acquisiscono la Luigi Sarti & Figli di Bologna, nota soprattutto per la produzione del Biancosarti e dei pregiati brandy. Insieme alla Senatore Francesco Tenerelli di Catania, alla Freund Ballor & C. di Torino e alla G.B. Pezziol di Padova, la Sarti entra così a far parte del Gruppo Grandi Marche Associate dei fratelli Dalle Molle; il quale, grazie un importante e mirato battage pubblicitario, pone alla ribalta l'aperitivo per tutto il tempo in cui resta proprietario del marchio. Con la scomparsa di Amedeo Dalle Molle (1971) e con l'insorgere di problematiche familiari che conducono alla scissione delle quote societarie, agli inizi degli anni Ottanta Angelo e Mario Dalle Molle cedono l'Azienda all'olandese Ervin Lucas Bols. Dal 1995, il Biancosarti è prodotto e distribuito dal Gruppo Campari.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Biancosarti è di colore chiaro e brillante e ha un sapore dolce. La sua gradazione alcolica è del 28%.

Può essere bevuto come aperitivo, liscio, con ghiaccio, con selz, oppure in cocktail e long drink.

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

L'aperitivo è stato reso celebre dallo slogan "Biancosarti: l'aperitivo vigoroso", utilizzato in numerose pubblicità che hanno visto tra i testimonial personaggi come l'attore Amedeo Nazzari e il tenente Sheridan nel dopoguerra, e successivamente il tenente Kojak negli anni settanta. Anche Giorgio Gaber ha interpretato vari caroselli per il Biancosarti, nel 1967 e nel 1968, infine anche il compositore di ballo liscio Raoul Casadei è stato testimonial del liquore Biancosarti.

All'inizio degli anni 2000 il regista Stefano Moro ha diretto uno spot pubblicitario per liquore, in cui sono presenti numerose citazioni del cinema horror, tra cui Jason di Venerdì 13.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici