Benito di Paula

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Benito di Paula
Benito-di-paula-veronica-ferriani.jpg
Benito di Paula in una trasmissione televisiva assieme alla cantante Verônica Ferriani
NazionalitàBrasile Brasile
GenerePop
Folk
Samba
Musica latina
Periodo di attività musicaleanni 1970 – in attività
StrumentoVoce
pianoforte
Album pubblicatica. 30
Sito ufficiale

Benito di Paula, all'anagrafe Uday Vellozo[1] (Nova Friburgo, 28 novembre 1941), è un cantante, pianista e compositore brasiliano, professionalmente in attività dall'inizio degli anni settanta[1][2][3].

Tra le figure più rappresentative del genere samba, e in particolare dello stile noto come sambão jóia[2] degli anni settanta e ottanta[2], nel corso della sua carriera, ha inciso una trentina di album[3]. Tra i brani più famosi da lui incisi e composti figura il samba Charlie Brown (1974).[4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Uday Vellozo, in seguito noto con lo pseudonimo di Benito di Paula, nasce a Nova Friburgo, nello Stato di Rio de Janeiro, il 28 novembre 1941[1][2] e cresce assieme ai suoi dodici fratelli[2], in ambiente influenzato dalla musica[2].

Negli anni sessanta si esibisce come crooner in vari locali.[1][2]

Nel 1971 pubblica il suo primo album, che porta il suo nome.[1][2]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1971 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1972 – Beleza que é Você Mulher (Copacabana)
  • 1972 – Ela (Copacabana)
  • 1973 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1973 – Um Novo Samba (Copacabana)
  • 1974 – Gravado ao Vivo (Copacabana)
  • 1975 – Benito di Paula e Seus Convidados - Brasil Som 75 (Copacabana)
  • 1975 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1976 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1977 – Benito di Paula / Assobiar ou Chupar Cana (Copacabana)
  • 1977 – Jesus Papai Noel - Instrumental (Copacabana)
  • 1978 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1978 – Caprichos de La Vida Copacabana)
  • 1979 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1980 – Benito di Paula (Copacabana)
  • 1981 – Benito di Paula (WEA)
  • 1982 – Benito di Paula (WEA)
  • 1983 – Bom Mesmo É o Brasil (WEA)
  • 1984 – Que Brote Enfim o Rouxinol que Existe em Mim (RGE)
  • 1985 – Nação (RGE)
  • 1986 – Benito di Paula / Instrumental
  • 1987 – Quando a Festa Acabar (Copacabana)
  • 1990 – Fazendo Paixão (BMG Ariola)
  • 1992 – A Vida Me Faz Viver (Copacabana)
  • 1994 – Pode Acreditar (RGE)
  • 1996 – Baileiro (Paradoxx Music)
  • 1996 - Charlie Brown
  • 1997 – 20 Super Sucessos
  • 1999 – Raízes do Samba
  • 2002 – Perfil - Benito di Paula
  • 2009 – Ao Vivo (EMI)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (PT) Benito di Paula, Equipe do Dicionário Cravo Albin da Música Popular Brasileira. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  2. ^ a b c d e f g h (PT) Benito di Paula, Samba-Choro.com. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  3. ^ a b (EN) Benito di Paula, Discogs. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Charlie Brown by Benito di Paula, Second Hand Songs. URL consultato il 1º gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]