Bayankhanite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bayankhanite
Classificazione Strunz (ed. 8) II/B.09-30
Formula chimica Cu6HgS4
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallino  
Sistema cristallino  
Classe di simmetria  
Parametri di cella  
Gruppo puntuale esagonale
Gruppo spaziale sconosciuto
Proprietà fisiche
Densità   g/cm³
Durezza (Mohs) 3-3½[1]
Sfaldatura  
Frattura fragile[1]
Colore nero[1]
Lucentezza metallica[1]
Opacità opaca
Striscio nero[1]
Diffusione  
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La bayankhanite è un minerale scoperto nel 1984 in una miniera di fluorite nella località di Idermeg-Bayan-Khan-Ula in Mongolia dalla quale prende il nome. Il minerale non è stato approvato dall'IMA in quanto probabilmente è una miscela di fasi con composizione Cu8HgS5, Cu6HgS4 e Cu10Hg3S8 ed occorrono dati completi sulla diffrazione a raggi X per caratterizzare la specie.[1]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La bayankhanite si presenta in grani singoli, sottoposti a processi di cataclasi ed irregolari o allungati.[1]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La bayankhanite si presenta a volte concresciuta con calcocite, cinabro e digenite.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Frank C. Hawthorne, Bladh Kenneth W., Burke Ernst A. J., Ercit T. Scott, Grew Edward S., Grice Joel D.,Puziewicz Jacek, Roberts Andrew C., Schedler Robert A. Shigley James E., New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 71, pp. 1543-1548. URL consultato il 2 ottobre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia