Baha Taher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Baha Taher

Baha Taher (Il Cairo, 1935) è uno scrittore egiziano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato all'Università del Cairo e prima di dedicarsi alla scrittura ha viaggiato in vari paesi dell'Asia e dell'Africa e ha lavorato come traduttore per le Nazioni Unite.[1]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 ha vinto il Premio letterario Giuseppe Acerbi con il romanzo Zia Safia e il monastero[2] mentre nel 2008 ha vinto l'edizione inaugurale dell'International Prize for Arabic Fiction con il romanzo L'oasi del tramonto.[3]

Opere tradotte in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • Zia Safia e il monastero (Khalati Safia wa ad-dair, 1991), Roma, Jouvence, 1993 traduzione di Giuseppe Margherita ISBN 88-7801-217-3.
  • Amore in esilio (al-Hubb fi al-manfa, 1995), Nuoro, Ilisso, 2008 traduzione di Paola Viviani ISBN 978-88-6202-018-3.
  • L'oasi del tramonto (Wāhat al-gurūb, 2007), Villafranca Lunigiana, Cicorivolta, 2012 traduzione di Federica Pistono ISBN 978-88-97424-41-3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Informazioni sull'autore, su arabicfiction.org. URL consultato il 28 maggio 2021.
  2. ^ Scheda dello scrittore, su archivio.festivaletteratura.it. URL consultato il 28 maggio 2021.
  3. ^ (EN) Lindesay Irvine, Existential crisis novel wins first 'Arabic Booker', su theguardian.com, 11 marzo 2008. URL consultato il 28 maggio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56722188 · ISNI (EN0000 0000 8384 7696 · LCCN (ENnr92019994 · GND (DE124964168 · BNF (FRcb125388738 (data) · NLA (EN35154734 · WorldCat Identities (ENlccn-nr92019994