Baciami ancora (film 1925)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Baciami ancora
Целуй меня снова.jpg
Marie Prevost (fotogramma dal film)
Titolo originaleKiss Me Again
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1925
Durata2.048,87 metri (7 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Generecommedia
RegiaErnst Lubitsch
Soggettoda Divorçons di Victorien Sardou e Emile DeNajac
SceneggiaturaHanns Kräly
Casa di produzioneWarner Bros.
FotografiaCharles Van Enger
Interpreti e personaggi

Baciami ancora (Kiss Me Again) è un film muto del 1925 diretto da Ernst Lubitsch. La sceneggiatura di Hanns Kräly è un adattamento della commedia Divorçons di Victorien Sardou e Émile de Najac. È considerato un film presumibilmente perduto[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gaston Fleury, quando sua moglie Loulou gli confessa di essersi innamorata di un musicista, finge di assecondarla e di lasciarla libera nel vivere questo amore romantico. In realtà, Gaston sa che Loulou perderà presto interesse per quell'amore romantico se non incontrerà nessun ostacolo. E, quando questo puntualmente succede, il marito porta la moglie a desiderare disperatamente di essere perdonata per riconciliarsi con lui.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Warner Bros.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Warner Bros, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 1º agosto 1925. In Germania, dove uscì nel dicembre dello stesso anno, il film fu distribuito dall'Universum Film (UFA) con il titolo Liebe nach Noten[2]. La Warner lo distribuì anche in Italia dove il film - in una versione di 1.652 metri - ottenne il visto di censura numero 22996 nel settembre 1926[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guido Fink, Ernst Lubitsch, Il castoro cinema, La nuova Italia ed., Firenze - maggio 1977
  • (FR) Bernard Eisenschitz, Jean Narboni (a cura di): Ernst Lubitsch, Cahiers du Cinéma / Cinématèque Française ISBN 2-86642-035-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema