Babel-17

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Babel-17
Titolo originaleBabel-17
AutoreSamuel R. Delany
1ª ed. originale1966
1ª ed. italiana1971
Genereromanzo
Sottogenerefantascienza
Lingua originale inglese

Babel-17 è un romanzo di fantascienza del 1966 dello scrittore statunitense Samuel R. Delany, vincitore del premio Nebula.

Per questa storia Delany immagina una lingua artificiale chiamata appunto Babel-17.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante una guerra interstellare Rydra Wong, comandante di una nave spaziale, si accorge che il nemico sta usando come arma un linguaggio che rende inconsciamente traditori i parlanti.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Samuel R. Delany, Babel-17, Ace Books, 1966.
  • Samuel R. Delany, Babel-17, traduzione di Gianni Montanari, collana Bigalassia n° 28 (insieme a La ballata di Beta 2 dello stesso autore), Piacenza, La Tribuna, 1971, pp. 188.
  • Samuel R. Delany, Babel-17, traduzione di Gianni Montanari, collana Urania Collezione n° 56, Arnoldo Mondadori Editore, 2007, pp. 262, ISSN 1721642-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]