Ace Books

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ace Books
StatoStati Uniti Stati Uniti
Fondazione1952
Fondata daAron A Wyn
Sede principaleNew York
GruppoPenguin Random House
Persone chiaveAnne Sowards (Direttore Esecutivo)
SettoreEditoria

La Ace Books è la più vecchia casa editrice ancora in attività di racconti di fantascienza e fantasy. La compagnia fu fondata nel 1952 da Aaron A. Wyn.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cominciò a pubblicare libri di misteri o di western. Presto si specializzò in altri generi, pubblicando la sua prima storia di fantascienza nel 1953; grazie a questa trovata di successo entro pochi anni i titoli di fantascienza soppiantarono nelle vendite gli altri generi. Ben presto si espanse in altri generi. Ciò ebbe successo, e i titoli di fantascienza superarono in pochi sia il genere del mistero che i western. Comparsero anche altri generi, tra cui saggistica, romanzi gotici, romanzi tie-in trasposizione letteraria e romanzi rosa.[1]

Ace, insieme a Ballantine Books, è stato uno dei principali editori di fantascienza per i suoi primi dieci anni di attività. Con la morte del proprietario A. A. Wyn nel 1967, tuttavia, le sorti della compagnia iniziarono a declinare. Due importanti editori, Donald A. Wollheim e Terry Carr, lasciarono nel 1971, e nel 1972 Ace fu venduto a Grosset & Dunlap. Nonostante i problemi finanziari, ci furono ulteriori successi, in particolare con la terza serie di Ace Science Fiction Specials, di cui Carr era l'editore. Ulteriori fusioni e acquisizioni hanno portato l'azienda a far parte di Berkley Books. Ace divenne quindi un'impronta di Penguin Group (USA).[2]

La Ace divenne famosa anche per il formato dos-à-dos usato per molti dei suoi primi libri, anche se non aveva creato lei stessa il formato per la prima volta. Alcuni dei primi libri vennero successivamente venduti anche a cifre superiori a 1.000$.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Culture : Ace Books : SFE : Science Fiction Encyclopedia, su sf-encyclopedia.com. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  2. ^ SF Canada Article - "An Interview with Editor John Morgan" by Celu Amberstone, su web.archive.org, 8 ottobre 2006. URL consultato il 1º ottobre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN138487679 · ISNI (EN0000 0000 9413 5926 · LCCN (ENn88239157 · BNF (FRcb16663624n (data)