Coordinate: 54°08′N 8°51′E

Büsum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Büsum
Comune, apparten. a un Amt
Büsum – Stemma
Büsum – Veduta
Büsum – Veduta
Localizzazione
StatoBandiera della Germania Germania
Land Schleswig-Holstein
DistrettoNon presente
CircondarioDithmarschen
Territorio
Coordinate54°08′N 8°51′E
Altitudinem s.l.m.
Superficie8,48 km²
Abitanti4 876[1] (31-12-2021)
Densità575 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale25757–25761
Prefisso04834
Fuso orarioUTC+1
Codice Destatis01 0 51 013
TargaHEI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Büsum
Büsum
Sito istituzionale

Büsum è un comune di 4 876 abitanti[1] dello Schleswig-Holstein, in Germania.
Appartiene al circondario (Kreis) del Dithmarschen (targa HEI) ed è capoluogo della Comunità amministrativa (Amt) di Büsum-Wesselburen.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Büsum si trova nella parte centro-settentrionale del circondario, affacciata sul Mare del Nord.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino a 400 anni fa, Busum si trovava su un isolotto, in mezzo a quello che viene chiamato Wattenmeer, un territorio ora prosciugato, al di sotto del livello del mare. Verso la fine del XVI secolo, il naturale innalzamento del terreno ha provocato il ricongiungimento alla terraferma.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Le principali attività economiche sono costituite dalla pesca e al turismo. Quest'ultimo si è sviluppato a partire dalla seconda metà del 1800 e riguarda in particolare lo sfruttamento delle risorse termali, con moderni impianti di talassoterapia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Una parte del porto è rimasta immutata dal 1720. Qui si trova anche l'unico faro del Dithmarschen, dalle caratteristiche righe bianche e rosse, costruito nel 1913 e tutelato come bene nazionale. La chiesa di St. Clemens, costruita nel XV secolo, si segnala per un bel fonte battesimale in bronzo, risalente al XIII secolo, donato dal pirata Cord Widderich che l'aveva trafugato sull'isola Pellworm. La cittadina ospita inoltre un Museo del mare “Museum am Meer”, dedicato alla pesca nel Mare del Nord e alla lavorazione dei granchi.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Bandiera della Francia Camaret-sur-Mer, dal 1966[senza fonte]
  • Bandiera della Germania Kühlungsborn[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136688603 · LCCN (ENn83025679 · GND (DE4008837-6 · J9U (ENHE987007566945605171
  Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Germania