Artie Kaplan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Artie Kaplan
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereBlues
Pop rock
Jazz
Periodo di attività musicale1972 – in attività
StrumentoVoce, sassofono
EtichettaCBS, Paramount
Album pubblicati4
Studio4

Arthur Kaplan, noto con lo pseudonimo Artie Kaplan (New York, 1945), è un musicista e cantautore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Brooklyn, uno dei cinque borough di New York, si avvicina alla musica spinto dal padre Charles Kaplan (1902-1971), uomo d'affari che avvicina il figlio al jazz, facendogli scoprire musicisti come Dizzy Gillespie, Charlie Parker, Stan Getz e Lester Young.

Impara a suonare il sassofono e comincia a suonare in alcune orchestre locali; entra poi nel mondo discografico dapprima come session man, suonando il sax per artisti come Carole King, Neil Sedaka, Van Morrison, Neil Diamond, Barry Manilow[1] e poi come manager ed assistente di alcuni artisti.

Per alcuni anni continua il lavoro dietro le quinte (nel frattempo si è sposato ed è diventato padre di due gemelle), finché nel 1972, ottenuto un contratto con la Vanguard Records, pubblica il suo album di debutto, Confessions of a Male Chauvinist Pig; il disco ottiene un discreto successo, trascinato dal primo 45 giri estratto, Harmony, ma sarà maggiore il successo in Europa, dove sia l'album sia il 45 giri vengono pubblicati dalla CBS a gennaio del 1973.

Harmony arriva ai primi posti della hit-parade in Italia[2] (dove diventa uno dei dischi più venduti dell'anno[3]), in Francia, Paesi Bassi, Germania e Spagna[1], ed il suo successo è bissato, qualche mese dopo, da un altro 45 giri estratto dall'album Bensonhurst Blues: questa canzone verrà reincisa nel 1981 da Oscar Benton ed inserita nella colonna sonora del film Per la pelle di un poliziotto, diretto ed interpretato da Alain Delon[2], inoltre Adriano Celentano scriverà un testo in italiano e la inciderà nel suo album C'è sempre un motivo del 2004, intitolandola Vengo dal jazz.

Il successo delle incisioni successive è decisamente minore, ed Artie Kaplan continua comunque l'attività non più a livelli internazionali ma limitandosi agli Stati Uniti.

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b http://www.akprecords.com/
  2. ^ a b pensieri_p"33": AA.VV - I Successi Del Marzo 1973
  3. ^ 45 Mania - Artie Kaplan - Harmony[collegamento interrotto]