Aromobates nocturnus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aromobates nocturnus
Immagine di Aromobates nocturnus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Aromobatidae
Sottofamiglia Aromobatinae
Genere Aromobates
Specie A. nocturnus
Nomenclatura binomiale
Aromobates nocturnus
Myers, Paolillo O. & Daly, 1991
Sinonimi

Aromobates aquaticus
Duellman, 1993

Aromobates nocturnus (La Marca, 1985) è un anfibio anuro, appartenente alla famiglia degli Aromobatidi.[2][3]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L'epiteto specifico è stato dato in riferimento a un ciclo vitale precedentemente sconosciuto nei Dendrobatidae, anche se comune tra le altre rane.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È endemica del Venezuela. Si trova a 2250 metri di altitudine nello stato di Trujillo.[3]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Enrique La Marca, Juan Elías García-Pérez 2010, Aromobates nocturnus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b Myers, Paolillo & Daly, 1991 : Discovery of a defensively malodorous and nocturnal frog in the family Dendrobatidae: phylogenetic significance of a new genus and species from the Venezuelan Andes. American Museum Novitates, n° 3002, p. 1-33.
  3. ^ a b (EN) Frost D.R. et al., Aromobates nocturnus, in Amphibian Species of the World: an Online Reference. Version 6.0, New York, American Museum of Natural History, 2014. URL consultato il 13 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aromobates nocturnus su amphibiaweb.org