Area naturale protetta di interesse locale Bosco di Sargiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Area naturale protetta di interesse locale Bosco di Sargiano
Tipo di areaArea Naturale Protetta di Interesse Locale
Codice WDPA178860
Codice EUAPEUAP1024
Class. internaz.SIC (cod: IT5170015)
StatiItalia Italia
Regioni  Toscana
Comuni  Arezzo
Superficie a terra9,00 ha
Provvedimenti istitutiviD.C.C. 66, 25.03.98
GestoreComune di Arezzo
Mappa di localizzazione
Coordinate: 43°25′55.56″N 11°51′25.56″E / 43.4321°N 11.8571°E43.4321; 11.8571

Il Bosco di Sargiano è stata un'area naturale protetta di interesse locale (ANPIL) della Regione Toscana dal 1998 al 2015, anno in cui sono state abrogate tutte le ANPIL[1]. Occupa una superficie di 9 ha nel comune di Arezzo.[2] Il suo territorio, che è una pertinenza del Convento di Sargiano, si estende attorno al Convento stesso e ai suoi orti, uliveti e vigneti non facenti parte dell'ANPIL. Il Bosco di Sargiano è tutelato anche come sito di interesse comunitario per la presenza di rovere (quercus petraea), qui particolarmente lussureggiante[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I terreni sui quali sorge attualmente il Convento di Sargiano, col Bosco e le sue altre pertinenze, furono donati all'Ordine Francescano all'inizio del secolo XV dai nobili fratelli Bonifazio e Giovanni Guascone[4]. Il complesso di Sargiano appartiene tuttora all'Ordine dei Frati Minori della Provincia Toscana[5].

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Il Bosco di Sargiano presenta una flora particolarmente ricca e diversificata. Vi sono state censite 19 specie di alberi – tra le quali la pregiata rovere (quercus petraea) – e 49 specie di arbusti ed erbe[6].

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

La presenza di un muro perimetrale quasi totale attorno al Bosco di Sargiano, ha costituito nel tempo una protezione per gli uccelli che vi stazionano: vi sono state rilevate 25 coppie di differenti specie di uccelli. Meno ricca la presenza di mammiferi, che comprende istrici, scoiattoli, cinghiali e caprioli. Ricchissima e diversificata la presenza di lepidotteri (farfalle), favorita dalle numerose specie di erbe presenti nel Bosco[7].

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Pasqua 2016, Bosco di Sargiano

Dall'anno 2000, in occasione della Pasqua, ogni anno la Onlus internazionale “Centro dell'Uomo” organizza nei sentieri del Bosco di Sargiano una Marcia in favore della salvaguardia dell'ambiente e della non-violenza, con numerosi partecipanti provenienti dall'Italia e dall'estero[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Legge Regionale 19 Marzo 2015, n.30, Art. 140 (Abrogazioni)
  2. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Elenco Ufficiale delle Aree Naturali Protette - 5º Aggiornamento 2003 Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix..
  3. ^ Fonte: SIRA Archiviato il 18 luglio 2007 in Internet Archive.
  4. ^ Fonte: “I 51 Conventi dei Frati Minori in Toscana” dei PP. Bensi e Lazzeri, ed. O.F.M. (1985), a pag. 54.
  5. ^ Ibidem, a pag. 55.
  6. ^ Fonte: “Il Bosco di Sargiano natura e storia” a cura di Filippo Puleri, ed. Comune di Arezzo (2006), a pag. 30.
  7. ^ Ibidem, a pag. 34 e segg.
  8. ^ Rassegna stampa > Il Giorno - 11 aprile 2013


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]