Arbeo di Frisinga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arbeo O.S.B.
vescovo della Chiesa cattolica
Fürstengang Bischöfe 04 - Arbeo.jpg
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Frisinga
 
NatoMerano, 723 ca.
Nominato vescovo764
Deceduto4 marzo 784
 

Arbeo di Frisinga o Arbeo von Freising in tedesco, noto anche come Aribo di Frisinga o Arbo di Frisinga (Merano, 723 o prima – 4 maggio 784) è stato un vescovo, abate e scrittore tedesco, autore di opere in alto tedesco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pagina del Codex Abrogans

Appartenente alla stirpe nobiliare baiuvara degli Huosi e Fagana[1], si formò e prese i voti all'interno dell'Ordine benedettino. Inizialmente prete e notaio sotto il vescovo Giuseppe di Frisinga, nel 763 divenne abate dell'appena fondata abbazia di Scharnitz. Nel 764 succedette a Giuseppe nella carica di vescovo di Frisinga.

Durante la sua reggenza fu fondato, nel 769 il monastero di San Candido.

Arbeo è considerato il più antico autore conosciuto in lingua tedesca e gli è tradizionalmente attribuita la composizione del Codex Abrogans, un dizionario bilingue in latino e Alto tedesco antico, il più antico testo in tedesco esistente. E'anche noto anche per aver scritto la Vita Corbiniani, vescovo di Frisinga prima di lui. Corbiniano fu sepolto dapprima nei dintorni di Merano, terra natale di Arbeo di Frisinga nell'odierno Sud Tirolo e translato poi a Frisinga prima della caduta del Regno Longobardo.

Il suo corpo è sepolto ancora oggi a Frisinga.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Franz Brunhölzl, Handbuch der bayerischen Geschichte: Bd. Das alte Bayern, das Stammesherzogtum bis zum Ausgang des 12. Jahrhunderts, C.H.Beck, 1981, ISBN 978-3-406-07322-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN226449847 · ISNI (EN0000 0003 7509 4489 · LCCN (ENn2002063027 · GND (DE118665782 · BNF (FRcb131697990 (data) · CERL cnp00397660