Arabinogalattani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli arabinogalattani sono dei polisaccaridi a catena ramificata, costituiti da monosaccaridi di arabinosio e galattosio.

In natura si trovano due classi di arabinogalattani: il vegetale e il microbico. Nelle piante, è un componente fondamentale di molte gomme, tra cui la gomma arabica e la gomma ghatti. Si trova spesso legato alle proteine e funziona da molecola di segnalazione intercellulare o viene usato per sigillare le ferite della pianta.[1]

L'arabinogalattano microbico è un componente strutturale della parete cellulare micobatterica.[2][3] Sia l'arabinosio che il galattosio esistono esclusivamente nella configurazione furanosa. La porzione galattiana è lineare, costituita da circa 30 unità, unite da legami glicosidici alternati β- (1-5) e β- (1-6). La porzione arabiniana, è una struttura ramificata complessa di circa 30 residui,[4] uniti con legami α- (1-3), α- (1-5) e β- (1-2). Generalmente questa porzione è ricoperta da acidi micolici e si collega alla porzione galattiana attraverso tre punti di diramazione, probabilmente sui residui 8, 10 e 12.[5] L'arabinogalattano micobatterico è riconosciuto da una presunta immuno lectina presente nei cordati.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nothnagel, Eugene A., Bacic, A. (Antony) e Clarke, A. E. (Adrienne Elizabeth), Cell and developmental biology of arabinogalactan-proteins, Kluwer Academic, 2000, ISBN 0306464691, OCLC 44613158.
  2. ^ Varki, Ajit., Essentials of glycobiology, 2nd ed, Cold Spring Harbor Laboratory Press, 2009, ISBN 9780879697709, OCLC 195765240.
  3. ^ Ullrich, Matthias., Bacterial polysaccharides : current innovations and future trends, Caister Academic Press, 2009, ISBN 9781904455455, OCLC 387723985.
  4. ^ Suresh Bhamidi, Michael S. Scherman e Christopher D. Rithner, The identification and location of succinyl residues and the characterization of the interior arabinan region allow for a model of the complete primary structure of Mycobacterium tuberculosis mycolyl arabinogalactan, in The Journal of Biological Chemistry, vol. 283, nº 19, 9 maggio 2008, pp. 12992–13000, DOI:10.1074/jbc.M800222200, PMID 18303028. URL consultato il 5 maggio 2018.
  5. ^ Luke J. Alderwick, Eva Radmacher e Mathias Seidel, Deletion of Cg-emb in corynebacterianeae leads to a novel truncated cell wall arabinogalactan, whereas inactivation of Cg-ubiA results in an arabinan-deficient mutant with a cell wall galactan core, in The Journal of Biological Chemistry, vol. 280, nº 37, 16 settembre 2005, pp. 32362–32371, DOI:10.1074/jbc.M506339200, PMID 16040600. URL consultato il 5 maggio 2018.
  6. ^ S. Tsuji, J. Uehori e M. Matsumoto, Human intelectin is a novel soluble lectin that recognizes galactofuranose in carbohydrate chains of bacterial cell wall, in The Journal of Biological Chemistry, vol. 276, nº 26, 29 giugno 2001, pp. 23456–23463, DOI:10.1074/jbc.M103162200. URL consultato il 5 maggio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]