Antonella Ferrera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonella Bolelli Ferrera (Bologna, ...) è una giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica italiana.

Note biografiche[modifica | modifica wikitesto]

Antonella Bolelli Ferrera è una giornalista, autrice e conduttrice radiofonica bolognese di nascita e romana di residenza[1]. Ha scritto e diretto numerosi programmi radiofonici per la RAI.[1]

Tra questi si ricordano: Il Fiore e la Spada, dedicato allo zen e alle arti marziali, Il Fuoco e il Ghiaccio, sui miti e le leggende dei popoli del Nord Europa, Segreti d'oriente, l'antica arte della camera da letto, 100 anni alla conquista dei cieli, Sulla Cresta dell'Onda, Mondo goal, Pensieri di carta.[senza fonte] Ha ideato e condotto inoltre i programmi di Radio3 la Storia in giallo, settimanale ricostruzione di fatti e personaggi della storia avvolti nel mistero e Rosso Scarlatto.[senza fonte] Fino al 2013 conduce su Radio3 le trasmissioni Cuore di tenebra dentro la storia il sabato pomeriggio e Cuore di tenebra oltre la storia il venerdì notte.[2]

È membro del Consiglio di Sorveglianza di SIAE e della Commissione OLAF - Opere letterarie e arti figurative.

È ideatrice e curatrice del Premio letterario Goliarda Sapienza “Racconti dal carcere”, nato nel 2010, che vede detenuti-scrittori affiancati da grandi scrittori e artisti italiani. In questo ambito ha curato i volumi Volete sapere chi sono io? Racconti dal carcere (Mondadori), Siamo noi, siamo in tanti. Racconti dal carcere (Rai Eri – Premio Fregene per la Narrativa 2012), Mala Vita – Racconti dal carcere (Rai Eri),Il giardino di cemento armato (Rai Eri), All'inferno fa freddo - Racconti dal carcere (Rai Eri).

Il Premio ha dato vita ad una serie di altre iniziative culturali volte a favorire la cultura della legalità: i corti del Premio Goliarda Sapienza ("Mala Vita", ispirato al racconto vincitore del Premio Goliarda Sapienza 2013, con Luca Argentero, prodotto da Riviera Film per Rai Fiction; “Fuori”, ispirato ad un racconto finalista del Premio Goliarda Sapienza 2014, con Isabella Ragonese, prodotto da Iterfilm in collaborazione con Rai Fiction); il progetto Weblab 2.0 per la realizzazione di una webserie con i giovani dell'Istituto di pena minorile Cesare Beccaria di Milano. È socio fondatore, insieme al maestro Elio Pecora, di inVerso Onlus Associazione per la diffusione della letteratura e della scrittura a favore delle categorie socialmente svantaggiate.[3]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonella Ferrera è solita concludere le puntate de la storia In giallo con questa frase in rima: "Da Antonella Ferrera grazie a tutti voi per l'ascolto e felice sera."[4]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Il fiore e la spada. Zen e arti marziali, 2005, Baldini Castoldi Dalai;
  • Borderlife. Storie celebri di follia, devianze e tragici destini, con Bruno Francesco, 2006, Baldini Castoldi Dalai;
  • Inquiete. Storie di artiste sublimi e femmine dannate, 2007, Rai-Eri;
  • Segreti d'oriente, 2009, Sellerio;
  • Volete sapere chi sono io? Racconti dal carcere (Mondadori);
  • Siamo noi, siamo in tanti. Racconti dal carcere (Rai Eri – Premio Fregene per la Narrativa 2012);
  • Mala Vita – Racconti dal carcere (Rai Eri);
  • Il giardino di cemento armato (Rai Eri);
  • All'inferno fa freddo - Racconti dal carcere (Rai Eri).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Radio 3 - La storia in giallo
  2. ^ Cuore di tenebra, sequel de la storia in giallo da radio3.it Archiviato il 15 marzo 2010 in Internet Archive.
  3. ^ Racconti dal carcere, su www.raccontidalcarcere.it. URL consultato il 21 marzo 2016.
  4. ^ La storia in Giallo, puntate disponibili sezione podcast sito Radio3

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]