Antielmintici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Gli antielmintici sono una categoria di farmaci usati nella medicina umana o veterinaria per eliminare svariati tipi di vermi o elminti, che possono infestare l'organismo provocando l'elmintiasi. Questi farmaci sono comunemente chiamati vermicidi o vermifughi.

I vermi, appartenenti ai platelminti o ai nematodi, possono insediarsi come parassiti nell'uomo o negli animali causando un senso di malessere generale, in certi casi con conseguenze gravi.

Per l'uomo spesso la contaminazione avviene attraverso alimenti infestati dalle loro uova o larve. Le larve o i vermi adulti si attaccano alla parete dell'intestino e si nutrono del suo contenuto. Certe specie si nutrono del sangue che arriva alla parete intestinale provocando l'anemia.

Gli antielmintici agiscono a diversi livelli. Molti di essi uccidono e paralizzano i vermi, che successivamente vengono eliminati attraverso le feci (per facilitare l'eliminazione si può ricorrere ad un purgante); altri agiscono a livello sistemico e sono usati per curare l'infezione dei tessuti. Molti antielmintici agiscono solo su una specie di verme, richiedendo trattamenti più prolungati.

Talvolta questi farmaci possono causare dolori addominali, nausea e vomito.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina