Anthony Wesley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Anthony Wesley (1966[1]) è un astronomo amatoriale australiano, noto per aver scoperto l'impatto di due corpi minori sul pianeta Giove.

Programmatore di computer,[1] nutre una vera passione per il pianeta Giove, che l'ha condotto a dedicare ampia parte della propria attività astronomica amatoriale alla sua osservazione.

Il 19 luglio 2009 scoprì dal proprio osservatorio domestico a Murrumbateman, nel Nuovo Galles del Sud, una macchia scura su Giove, prodotta dall'impatto di un asteroide sul pianeta.[2][3] Il suo impegno nella diffusione della notizia permise una celere attivazione della comunità astronomica, che seguì e studiò gli sviluppi dell'evento.[4]

Il 3 giugno 2010 è stato coautore, con Christopher Go, della scoperta di un secondo impatto su Giove, quando ha assistito col proprio telescopio all'emissione luminosa associata all'impatto.[5]

Nel 2012 gli è stata assegnata la Berenice Page Medal [6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Australian amateur astronomer Anthony Wesley films Jupiter impact, The Daily Telegraph, 5 giugno 2010. URL consultato il 5 giugno 2015.
  2. ^ (EN) Anthony Wesley, Impact mark on Jupiter, 19th July 2009, (jupiter.samba.org). URL consultato il 23 lug 2009.
  3. ^ (EN) Hubble Images Suggest Rogue Asteroid Smacked Jupiter, NASA, 03-06-2010. URL consultato il 05-06-2010.
  4. ^ (EN) Toni and agencies O'Loughlin, Amateur astronomer spots Earth-size scar on Jupiter, The Guardian. URL consultato il 23 lug 2009.
  5. ^ (EN) John H. Rogers, New impact on Jupiter before & after, British Astronomical Association. URL consultato il 06-06-2010 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2010).
  6. ^ (EN) The Berenice and Arthur Page Medal

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]