William Ashley Bradfield

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

William Ashley Bradfield, detto Bill[1] (Levin, 20 giugno 19279 giugno 2014), è stato un ingegnere e astronomo neozelandese.

Nato in Nuova Zelanda, Bradfield ha vissuto a Yankalilla, nell'Australia Meridionale, e compiuto le proprie osservazioni con un telescopio autocostruito di 25 cm[2]. Era noto anche come The Wizard of Dernancourt (in italiano il Mago di Dernancourt)[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bradfield è stato un ricercatore in campo missilistico[4]. Sposato, ha avuto tre figlie[5]. È stato membro onorario a vita della Astronomical Society of South Australia[6].

Attività astronomica[modifica | modifica wikitesto]

Bradfield ha cominciato a ricercare comete nel 1971, inizialmente con un rifrattore da 6 pollici, e in seguito con un riflettore da 10 pollici[7]. Durante la sua lunga attività di astrofilo, si è dedicato quasi esclusivamente all'osservazione e alla ricerca di comete.

Bradfield ha scoperto diciotto comete. Scoperte in ordine cronologico:

Denominazione Data di
scoperta
Fonti
C/1972 E1 Bradfield 12 marzo 1972 [8]
C/1974 C1 Bradfield 12 febbraio 1974 [9]
C/1975 E1 Bradfield 12 marzo 1975 [10]
C/1975 V2 Bradfield 11 novembre 1975 [11]
C/1976 D1 Bradfield 19 febbraio 1976 [12]
C/1976 E1 Bradfield 3 marzo 1976 [13]
C/1978 C1 Bradfield 4 febbraio 1978 [14]
C/1978 T3 Bradfield 10 ottobre 19789 [15]
C/1979 M1 Bradfield 24 giugno 1979 [16]
C/1979 Y1 Bradfield 24 dicembre 1979 [17]
C/1980 Y1 Bradfield 17 dicembre 1980 [18]
C/1984 A1 Bradfield 1 7 gennaio 1984 [19]
C/1987 P1 Bradfield 11 agosto 1987 [20]
C/1989 A3 Bradfield 2 6 gennaio 1989 [21]
C/1992 B1 Bradfield 31 gennaio 1992 [22]
C/1992 J2 Bradfield 3 maggio 1992 [23]
C/1995 Q1 Bradfield 17 agosto 1995 [24]
C/2004 F4 Bradfield 23 marzo 2004 [25]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Gli è stato dedicato l'asteroide 3430 Bradfield [26].

Nel 1981 ha ricevuto la Berenice Page medal[27].

Nel 2000 la Astronomical Society of South Australia ha intitolato uno dei suoi premi Bill Bradfield Astronomy Award[28].

Nel 2004 ha ricevuto il premio 2004 Edgar Wilson Award per la scoperta della cometa C/2004 F4 Bradfield[29].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Membro dell'Ordine dell'Australia - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Australia
«In riconoscimento del servizio all'astronomia.»
— 26 gennaio 1989[30]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Astronomical Society of South Australia
  2. ^ (EN) The hunt to high heaven
  3. ^ (EN) Septuagenarian ‘Wizard’ Finds Bright Comet
  4. ^ (EN) Re: Should we be seeing rock
  5. ^ (EN) An eye on the southern sky
  6. ^ (EN) A Brief History
  7. ^ (EN) Constellation of the Month - Auriga
  8. ^ (EN) Brian Geoffrey Marsden, Comets in 1972, Quarterly Journal of the Royal Astronomical Society, vol. 14, pag. 396-397, dicembre 1973
  9. ^ (FR) Jean Meeus, Nouvelles brèves: La comète Bradfield (1974 b), Ciel et Terre, vol. 90, pag. 500, 1974
  10. ^ (EN) IAUC 2759: 1975d; 1975b
  11. ^ (EN) IAUC 2866: 1975p; SN IN NGC 7723
  12. ^ (EN) IAUC 2914: 1976a; 1975n; STRONG X-RAY BURST; V1500 Cyg
  13. ^ (EN) IAUC 2923: 1976c; 1976d; 1974 XIII
  14. ^ (EN) IAUC 3170: 1978c; 1978b; Poss. OPTICAL COUNTERPART FOR GT 0236+610; V1500 Cyg
  15. ^ (EN) IAUC 3286: 1978o; 1978n; 1978 P 1
  16. ^ (EN) IAUC 3372: 1979c; NOVALIKE OBJECT IN Cen; SN IN NGC 4321; NOVALIKE OBJECT IN Vul
  17. ^ (EN) IAUC 3437: 1979l; 1979 YA; 1979 XA; Occn OF SAO 80950 BY (9)
  18. ^ (EN) IAUC 3554: 1980t; 1980s; 1976 WA; AG Dra
  19. ^ (EN) IAUC 3907: COMET BRADFIELD; SN IN NGC 4419; 2CG 195+04 = 'GEMINGA'; KR Aur; TT Ari
  20. ^ (EN) IAUC 4431: 1987s; 1928 UF; 1987A
  21. ^ (EN) IAUC 4703: 1989c; GALACTIC CENTER ANNIHILATION RADIATION; (3908)
  22. ^ (EN) IAUC 5442: 1992b; 1992 AC
  23. ^ (EN) IAUC 5514: 1992i; 1991g1
  24. ^ (EN) IAUC 6206: 1995 Q1; 1995W
  25. ^ (EN) IAUC 8319: C/2004 F4
  26. ^ (EN) M.P.C. 11750 del 14 aprile 1987
  27. ^ (EN) The BerenicePageMedal
  28. ^ (EN) The Bill Bradfield Astronomy Award
  29. ^ (EN) The Edgar Wilson Award Recipients
  30. ^ (EN) Sito web It's an Honour: dettaglio decorato.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]