Anomaloglossus stepheni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Anomaloglossus stepheni
Anomaloglossus stepheni.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Sottoclasse Lissamphibia
Ordine Anura
Famiglia Aromobatidae
Sottofamiglia Anomaloglossinae
Genere Anomaloglossus
Specie A. stepheni
Nomenclatura binomiale
Anomaloglossus stepheni
(Martins, 1989)
Sinonimi

Colostethus stepheni
Martins, 1989

Anomaloglossus stepheni (Martins, 1989) è un anfibio anuro, appartenente alla famiglia degli Aromobatidi.[2][3]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

L'epiteto specifico è stato dato in onore di Stephen Edwards.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]


Argomento "zoologia" non riconosciuto. Per vedere le categorie esistenti fai clic su "►":

Biologia[modifica | modifica wikitesto]


Argomento "zoologia" non riconosciuto. Per vedere le categorie esistenti fai clic su "►":

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Si trova in tutto il Suriname e nel vicino Brasile. Atteso nel sud-est della Guyana.[3]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]


Argomento "zoologia" non riconosciuto. Per vedere le categorie esistenti fai clic su "►":

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Miguel Trefaut Rodrigues, Claudia Azevedo-Ramos 2004, Anomaloglossus stepheni, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b Martins, 1989 : Nova espécie de Colostethus da Amazônia Central (Amphibia: Dendrobatidae). Revista Brasileira de Biologia, vol. 49, n° 4, p. 1009-1012.
  3. ^ a b (EN) Frost D.R. et al., Anomaloglossus stepheni, in Amphibian Species of the World: an Online Reference. Version 6.0, New York, American Museum of Natural History, 2014. URL consultato il 25 novembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anomaloglossus stepheni su amphibiaweb.org