Anni 470

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca

Gli anni 470 sono il decennio che comprende gli anni dal 470 al 479 inclusi.

Eventi, invenzioni e scoperte[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Impero romano d'Occidente[modifica | modifica wikitesto]

La distruzione dell'Impero romano, di Thomas Cole.

Impero romano d'Oriente[modifica | modifica wikitesto]

Tremisse di Zenone risalente al suo secondo regno.
  • 470: Fine della rivolta di Anagaste, che invia all'imperatore Leone I delle lettere che provano come sia stato il generale Ardaburio ad istigarlo alla rivolta. Pietro Fullo, con il sostegno di Zenone e dei monaci dei monasteri vicini ad Antiochia, si fa eleggere vescovo della città malgrado Martirio sia ancora in carica; Martirio, che pure ha il sostegno di Leone I, dà allora le dimissioni. Giulio Patrizio, fratello di Ardaburio e figlio dell'influente Ardaburio Aspare, abbandona l'arianesimo e sposa Leonzia, figlia dell'imperatore; viene anche nominato Cesare.
  • 18 gennaio 474: Morte di Leone I. Diventa imperatore Leone II, che però era ancora troppo giovane per governare, e quindi iniziò il periodo di reggenza di Zenone, suo padre.
  • 17 novembre 474: Leone II si ammala e muore. Zenone diventa imperatore.
  • 9 gennaio 475: Basilisco si ribella all'imperatore Zenone, ottenendo l'appoggio dei comandanti dell'esercito, e viene proclamato imperatore. Zenone fugge da Costantinopoli. Il suo regno inizia con un disastroso incendio che devasta la capitale.
  • 476: Zenone torna a Costantinopoli e la mette sotto assedio. Ad agosto viene riproclamato imperatore.
  • 476: Con la caduta dell'Impero romano d'Oriente, Giulio Nepote si reca da Zenone per chiedergli soldi e truppe per riconquistare l'Italia, ottenendo però un compromesso come risposta: Giulio Nepote avrebbe regnato indirettamente sull'Italia dalla Dalmazia mentre Odoacre avrebbe rappresentato l'ex imperatore. Quando però nel 480 Giulio Nepote venne assassinato da Ovida, Odoacre divenne l'unico padrone della penisola italiana.

Dominio di Soissons[modifica | modifica wikitesto]

Territori del Dominio di Soissons,

Regno Franco[modifica | modifica wikitesto]

  • 476: Il re Childerico I entra in contrasto con Siagrio, poiché riconobbe il potere di Odoacre sull'Italia. I due regni entrano in guerra.

Regno di Odocare (Diocesi d'Italia)[modifica | modifica wikitesto]

  • 4 settembre 476: Nasce la Diocesi d'Italia con la deposizione di Romolo Augusto.
  • 477: Odoacre sopprime la ribellione di Brachila.
  • 477: Odoacre annette la Sicilia dopo aver pagato un tributo ai Vandali.

Regno dei Burgundi[modifica | modifica wikitesto]

Regno dei Visigoti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]