Annalaura di Luggo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Annalaura di Luggo (Napoli, 1970) è un'artista, pittrice e fotografa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nata e lavora a Napoli e nelle sue opere affronta vari temi che spaziano dai diritti umani e la carcerazione (Never Give Up) alle questioni ambientali (Sea Visions).

La prima personale è del 2015 con "Occh-IO" all’Expo di Milano un progetto di fotografia performativa in cui l'artista fotografa l’iride come simbolo di identità ed unicità di ogni essere umano. Dalle star di Hollywood come Antonio Banderas, Jeremy Irons, Mira Sorvino alle categorie più abbandonate come i carcerati o i non vedenti

Con il patrocinio del comune di Napoli e il supporto del CIAL di Milano nel 2019 realizza Napoli Eden in cui dissemina in quattro piazze della città di Napoli (Piazza Municipio, Galleria Umberto I, Largo Baracche, Largo Santa Caterina) opere di dimensione monumentale realizzate “con strumenti ordinari nei materiali e nella tecnica, portati alla vitalità artistica e sottratti al destino di morte in discarica o magazzino."[1]

La sua opera Blind Vision si concentra sul senso della vista, fotografando le iridi di un gruppo di 20 persone parzialmente o completamente cieche ed è stata mostrata al Basel Art Fair di New York, a Cortina d’Ampezzo, a Napoli alle Nazioni Unite[2] e al Consolato Italiano di New York.

Nel 2019 espone Genesis[3] (padiglione della Repubblica Dominicana) in occasione della partecipazione alla 58esima Biennale di Venezia e riceve un premio[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Gallo Mazzeo, Napoli Eden di Annalaura di Luggio. La Rinascita di Napoli - Mostra - Napoli - Sedi varie - Arte.it, su www.arte.it. URL consultato il 28 ottobre 2019.
  2. ^ L'installazione napoletana di "Blind Vision" sbarca all'Onu, su Repubblica.it, 12 giugno 2018. URL consultato il 28 ottobre 2019.
  3. ^ Biennale di Venezia, l'artista napoletana Annalaura Di Luggo partecipa con "Genesis", su Repubblica.it, 9 maggio 2019. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  4. ^ ildenaro.it, https://www.ildenaro.it/annalaura-di-luggo-da-napoli-a-new-york-passando-per-venezia/.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]