Andrés Henestrosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrés Henestrosa Morales (Ixhuátan, 30 novembre 1906Città del Messico, 10 gennaio 2008) è stato uno scrittore, storico e politico messicano.

È ricordato per lo studio sulla fonetica della lingua zapotec e la sua trascrizione in alfabeto latino. Fu inoltre deputato all'Onorevole Congresso dell'Unione (Camera dei Deputati del Messico) per tre mandati e senatore dello Stato di Oaxaca dal 1982 al 1988.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studia a Juchítan, in Oaxaca, dopodiché alla National Teacher's school e poi alla National High School.

Successivamente entra all'UNAM messicana e viene consigliato da Alfonso Caso sul suo futuro: scriverà e spiegherà miti e leggende Zapotec.

Scrive il primo libro nel 1929, Los Hombres que dispersò la danza. Il suo romanzo più famoso è però El retrato de mi madre.

Nel 1993 il Senato messicano gli conferisce la Medaglia d'Onore Belisario Domínguez.

Muore il 10 gennaio 2008 all'età di 101 anni.

Controllo di autoritàVIAF (EN2514391 · ISNI (EN0000 0001 1506 956X · LCCN (ENn80149118 · GND (DE131394916 · BNF (FRcb12176380t (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie