Amaltea (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amaltea
Gian lorenzo bernini, giove e un faunetto allattati dalla capra amaltea, 1609-15 ca. 02.JPG
Zeus infante e un fauno nutriti da Amaltea. Galleria Borghese di Roma
SpecieCapra
SessoFemmina

Amaltea (in greco antico: (Ἀμάλθεια, Amáltheia) da ἀμαλός, "molle, tenero") è un personaggio della mitologia greca, una capra e nutrice del monte Ida sull'isola di Creta[1].

Genealogia[modifica | modifica wikitesto]

È figlia di un curete (o forse apparteneva ad un curete). Secondo Apollodoro, fu Haimonios, mentre Igino scrive Oleno (ed anche Haimonios) ed infine aggiunge Helios[1].

Igino cita anche l'esistenza di due capretti senza però specificare i nomi[2].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Fu la capra che allattò Zeus infante in una grotta sul monte Ida nell'isola di Creta.
Secondo alcuni era invece una ninfa piuttosto che una capra[1].

Alla sua morte, Zeus la pose tra gli astri del cielo insieme ai suoi due capretti; prese la sua pelle e creò il suo scudo (l'egida), mentre dalle sue corna ottenne la Cornucopia[1].

Da Zeus fu posta in cielo nella costellazione dell'Auriga. Il sorgere della sua stella (Capella) fu dai greci associato all'inizio del tempo burrascoso[1].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Amaltea su Theoi.com. [collegamento interrotto], su theoi.com. URL consultato il 12 aprile 2019.
  2. ^ Igino, De Astronomia II.16

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN55234186 · GND (DE129694886 · CERL cnp00622448 · WorldCat Identities (ENviaf-55234186
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca