Alterazioni Video

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alterazioni Video è un collettivo artistico fondato a Milano nel 2004 da: Paololuca Barbieri Marchi, Alberto Caffarelli, Matteo Erenbourg, Andrea Masu e Giacomo Porfiri. Dal 2004, Alterazioni Video ha partecipato a varie mostre internazionali: Disobedience (Künstlerhaus Bethanien, Berlino 2005), 52 Biennale di Venezia 2007, Remote Control (MoCA, Shanghai 2007, Manifesta 7 (Rovereto 2008) , 12 Biennale di architettura di Venezia 2010, Freak Out (Greene Naftali Gallery, New York 2013). Tra le mostre personali: Chelsea Art Museum (New York, 2006), MAR museo d'Arte di Ravenna (Ravenna, 2010) e Careof (Milan, 2012).

In occasione della 52 Biennale di Venezia, curata da Rober Storr, Il collettivo ha esibito "Painting"[1][2](16:9 video colour HD, 16' 33", 2007), un lavoro che documenta lo stratificarsi continuo di scritte e cancellazioni lungo le mura esterne del carcere di San Vittore a Milano

Sono inoltre conosciuti per aver coniato il termine Incompiuto Siciliano. Incompiuto Siciliano ha come obbiettivo la rilettura del paesaggio italiano e dell’architettura incompiuta. Si tratta di un progetto in progress, iniziato nel 2006, un vero e proprio censimento dell’Italia lasciata a metà, un’indagine sulle rovine della contemporaneità, che oggi trova compimento nella creazione di un Parco Archeologico dell’Incompiuto a Giarre, (Sicilia, 2010). L’intento del progetto è ribaltare la percezione negativa che l'opinione pubblica ha delle opere pubbliche incompiute fino a dichiararne la dignità di opere d’arte e a trasformarle così in una risorsa economica. Incompiuto Siciliano è diventato oggetto di studio nei politecnici e nelle università ed è stato argomento di molte pubblicazioni sui giornali e televisioni Italiane ed estere[3][4][5][6].

Lavori[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012, Kadist Art Foundation, curato da Matteo Lucchetti, Parigi, Francia, 2012
  • Lavazh Parti, for an Albania clean as my car, Tirana / Albania 2011
  • Acapulco[7][8] (MOSTRA CENSURATA), Critica in Arte, curata da Camilla Boemio, Mar Museo dell'Arte di Ravenna, Ravenna, 2010
  • All my friends are dead, 21x21, 21 Artisti per il 21° secolo, Fonadazione Sandretto Re Rebaudengo, curata da Francesco Bonami, Torino, 2009
  • Symphony n°1, Allegro ma non troppo un poco maestoso, curata da Barbara Casavecchia e Caroline Corbetta, Performa, New York, 2009,
  • I WOULD PREFER NOT TO, a love story set on Google images, Prometeo Gallery, Milano 2009
  • VELIKI CEVAPCIC (the big cevapcic), world record guiness for the biggest meat-ball in the earth, 23rd of September 2008, Ljubljana, Slovenia
  • COPY_RIGHT_NO_COPY_RIGHT, flie sharing platform, Manifesta 7 , curata da Adam Budak, Rovereto, 2008
  • NIGHT TALK OF THE FORBIDDEN CITY,DDM Warehouse Gallery, Shanghai, Cina, 2007
  • NO THINK, NO PLAN, NO SLEEP, U.S. Army Weapon, Tomorrow now, Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia, 2006
  • WAITING FOR THE TSUNAMI web tv live show La creazione della Realtà, curata da Emanuela Gandini, artandgallery, Milano, 2005
  • LEGAL SUPPORT fund raising Empowerment, curata da Marco Scotini, Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce, Genova, 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Asac (archivio storico delle arti contemporanee)
  2. ^ Treccani lab
  3. ^ Peter Popham, Concrete jungle: How Italy’s modern ruins became art in The Indipendent, 8 agosto 2010.
  4. ^ Fabrizio Gallanti, Paul Virilio, Wu Ming, Sicilian Incompletion in Abitare, vol. 486, nº 486, 1º ottobre 2008, pp. 190–207.
  5. ^ Lucia Magi, Monumentos a la burbuja inmobiliaria in El Pais, 17 agosto 2012.
  6. ^ Luciana Parisi, Tg3
  7. ^ Kristin Knox, Sex, Statues and Censorship in The Clothes Whisperer, 23/11/2010.
  8. ^ Elena Bordignon, Alterazioni Video in Vogue Italia, 11/14/2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

arte Portale Arte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di arte