Alice James

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alice James

Alice James (New York, 7 agosto 1848Londra, 6 marzo 1892) è stata una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alice, seduta, sulla sinistra (1890 circa)

Nata a New York nel 1848, ultima e unica donna di cinque figli di una famiglia di origini irlandesi, sorella dello scrittore e critico letterario Henry (1843-1916) e del filosofo e psicologo William (1842-1910), Alice James è nota principalmente per il suo diario, pubblicato postumo, con notevole successo, per la prima volta nel 1934[1]. L'opera, che riguarda gli ultimi tre anni di vita della scrittrice, malata di cancro al seno, ha avuto numerose edizioni ed è stata tradotta in francese e italiano.
Trasferitasi in Inghilterra nel 1884, vi rimase fino alla morte, avvenuta a Londra nel 1892, all'età di quarantatré anni.

Dalla sua vicenda sono nate numerose trasposizioni teatrali, tra cui l'opera del 1986 diretta da Nanni Fabbri (con i costumi del pittore Enrico Benaglia e la traduzione di Maria Antonietta Saracino) messa in scena a Roma, e il monologo di Claudio Novelli andato sulle scene a Milano, al Teatro Olmetto, nel 1993[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alice James : her brothers, her journal, introduzione di Anna Roberson Burr, Cornwall, Dodd, Wead & Co., 1934. Ultima edizione italiana: Il diario (1889-1892) / Alice James, traduzione e introduzione di Maria Antonietta Saracino, Roma, Nutrimenti, 2006.
  2. ^ Vedi: L'avanguardia multirazziale. Quattro spettacoli teatrali, articolo del Corriere della Sera del 5 febbraio 1999, p. 53, Archivio storico.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN41848597 · ISNI: (EN0000 0000 8120 1744 · LCCN: (ENn79135331 · GND: (DE119451085 · BNF: (FRcb11953712j (data)