Alexis Weissenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alexis Weissenberg

Alexis Weissenberg (Sofia, 26 luglio 1929Lugano, 8 gennaio 2012) è stato un pianista bulgaro naturalizzato francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a studiare il pianoforte all'età di tre anni, in patria, con Pancho Vladiguerov. Fuggito dal nazismo, ha proseguito gli studi prima a Gerusalemme con Leo Kestenberg e poi alla Juilliard School di New York con Olga Samaroff, ricevendo anche consigli da Artur Schnabel. Il suo debutto ufficiale a New York avvenne nel 1947, quando eseguì il Concerto n. 3 di Rachmaninoff con la Philadelphia Orchestra e la direzione di George Szell.

Sempre nel 1947 vinse il Leventritt Prize. Da allora e fino al 1992 è apparso nelle sale da concerto di tutto il mondo, con un'interruzione per un periodo di studio a cavallo fra gli anni '50 e '60. Al Teatro La Fenice di Venezia diretto da Claudio Abbado nel 1962 eseguì il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 (Brahms), nel 1963 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 (Prokof'ev) e nel 1964 il Concerto per pianoforte e orchestra n. 1 (Brahms).

Herbert Von Karajan, con il quale ha registrato dischi e video dedicati ai più importanti concerti per pianoforte e orchestra, lo definì "uno dei migliori pianisti del nostro tempo".

Ha fondato le Alexis Weissenberg's Piano Master Class a Engelberg (Svizzera), nelle quali ha avuto allievi come Kirill Gerstein, Simon Mulligan e Nazzareno Carusi [1].

Discografia selezionata[modifica | modifica wikitesto]

Audio[modifica | modifica wikitesto]

  • Bach: Goldberg Variations
  • Bartók: Piano Concerto No. 2 with Eugene Ormandy and the Philadelphia Orchestra on RCA Red Seal
  • Beethoven: The Five Piano Concertos with Herbert von Karajan and the Berlin Philharmonic Orchestra on EMI (3 CDs)
  • Beethoven: Piano Sonatas: "Pathétique, Moonlight and Appassionata"
  • Brahms: Piano Concerto No. 1 (two recordings, with Carlo Maria Giulini and Riccardo Muti, both on the EMI label)
  • Brahms: Sonatas for violin & piano Nos. 1-3, with Anne-Sophie Mutter. EMI (CD)
  • Chopin: Works for piano and orchestra. EMI (2 CDs)
  • Chopin: The Nocturnes. EMI
  • Chopin: Piano Sonata Nos. 2 and 3 EMI
  • Debussy: Estampes, Suite Bergamasque, Children's Corner, L'Isle Joyeuse, etc. on Deutsche Grammophon
  • Debussy: Piano works. Deutsche Grammophon (CD)
  • Liszt: Piano sonata in B minor. Einsatz Records, Japan
  • Mozart: Piano Concertos Nos. 9 and 21 with Giulini and the Vienna Symphony Orchestra
  • Mussorgsky: Pictures at an Exhibition EMI
  • Prokofiev: Piano concerto No.3 - Seiji Ozawa, Orchestre de Paris
  • Rachmaninoff: Complete Preludes. RCA Gold Seal (CD)
  • Rachmaninoff: Piano Sonatas Nos. 1, 2. Deutsche Grammophon (CD)
  • Rachmaninoff: Piano Concerto No. 2 (with Herbert von Karajan and the Berlin Philharmonic Orchestra)
  • Rachmaninoff: Piano Concerto No. 3 (three different recordings, with Georges Pretre, Seiji Ozawa and Leonard Bernstein)
  • Ravel - Piano concerto - Seiji Ozawa, Orchestre de Paris
  • Scarlatti: Sonatas (A selection of 15) on Deutsche Grammophon
  • Schumann: "Kinderszenen", Op. 15 (Toshiba-EMI)
  • Weissenberg, Bach/Scarlatti/Debussy/Rachmaninov - Le registrazioni per Deutsche Grammophon, 1985/1989 Deutsche Grammophon

Video[modifica | modifica wikitesto]

  • Alexis Weissenberg DVD: Classic Archive 2008 - Bach, Brahms, Chopin, Prokofiev, Stravinsky.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Gustl Breuer/Henno Lohmeyer (Hrsg.): »Alexis Weissenberg. Ein kaleidoskopisches Porträt«. Rembrandt Verlag, Berlin 1977.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN57407932 · ISNI (EN0000 0000 5514 6737 · LCCN (ENn81078910 · GND (DE11863058X · BNF (FRcb13901077z (data) · NDL (ENJA00621637 · WorldCat Identities (ENn81-078910