Alberto Siliotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alberto Siliotti nel 2006.

Alberto Siliotti (Verona, 1950) è un giornalista, fotografo e scrittore italiano che si dedica da oltre vent’anni allo studio della storia, della cultura e dell’ambiente naturale dell’Egitto, paese nel quale ha iniziato a lavorare come inviato speciale prima e poi come direttore della Spedizione Horus patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri nel 1988.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato e diretto numerose missioni scientifiche e spedizioni nel Sahara orientale egiziano e curato importanti mostre (Viaggiatori Veneti alla scoperta dell'Egitto, Padova e l'Egitto, La magia in Egitto ai tempi dei faraoni, L'inaugurazione del canale di Suez).
È membro dell'Egypt Exploration Society[1] e dell'Egyptian Geographical Society.

È autore di oltre 30 libri e guide di successo, tradotti in numerose lingue e pubblicati per la maggior parte dalle case editrici White Star Archiviato il 6 ottobre 2014 in Internet Archive. e American University in Cairo Press.
Tra i suoi libri più noti ricordiiamo Nefertari e la Valle delle Regine (1993), Egitto, Uomini, Templi e Dei (1994, 2004) tradotto in 12 lingue, Guida all'Esplorazione del Sinai (1994, 2003), Guida alla Valle dei Re, ai Templi e alle Necropoli Tebane (1996, 2004), Guida alle Piramidi d'Egitto (1997, 2003), La Riscoperta dell'Antico Egitto (1998), Dimore eterne (2000), G.Belzoni: Viaggio in Egitto e Nubia (2001), I Tesori Nascosti dell'Antichità (2006), St. Caterina, il Monastero e il suo Territorio (2008), la Mappa del Deserto Occidentale e delle Oasi d'Egitto (2007, 2009), la Mappa del White Desert National Park (2008), la Mappa del Gilf Kebir National Park (2009).
Dal 2000 collabora con l'American University in Cairo per la quale ha realizzato la famosa collezione Egypt Pocket Guides che contano 14 titoli e dal 2002 collabora con l'Egyptian Environment Affairs Agency e con l Cooperazione allo Sviluppo dell'Ambasciata d'Italia al Cairo per la quale ha scritto la Guida al Fayum e allo Wadi Rayan e la Guida al Gilf Kebir National Park.
Per quanto riguarda la biologia marina e lo studio del Mar Rosso ha scritto Mar Rosso giardino di Allah, I Pesci del Mar Rosso e la celebre Sinai Diving Guide (2005) che ha ricevuto la Palme d'Or al Festival Mondial de l'image sous-marine d'Antibes come miglior guida del mondo subacqueo.

Dal 2004 lavora presso la casa editrice Geodia di cui è direttore editoriale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Guide sull'Egitto[modifica | modifica wikitesto]

Mar Rosso e Sinai[modifica | modifica wikitesto]

Mappe[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008, Map of the White Desert National Park, Geodia
  • 2009, Map of the Gilf Kebir National Park, Geodia
  • 2010, Map of the Western Desert - Oases of Egypt, Geodia, ISBN 88-87177-76-7

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN114395414 · ISNI (EN0000 0001 0937 703X · LCCN (ENn88114788 · BNF (FRcb124430987 (data)