Alberto Giannini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alberto Giannini (Napoli, 22 marzo 1885Roma, 9 aprile 1952) è stato un giornalista italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Napoli nel 1885, redattore del «Messaggero» di Roma, nel 1921 fu tra i fondatori del quotidiano di orientamento radicale «Il Paese». Nel 1924 fondò a Roma «Il becco giallo», settimanale satirico di opposizione al fascismo. Il 14 marzo dello stesso anno fu aggredito e malmenato da un manipolo di squadristi[1].

Nel 1926 il regime soppresse la rivista. Giannini subito dopo fondò «L'Attaccabottoni», ma ebbe anch'esso vita breve.

Nel 1927 espatriò clandestinamente in Francia, dove diresse la «La Tribuna d'Italia» e rifondò «Il becco giallo».

Massone, fu Gran Segretario del Grande Oriente d'Italia in esilio[2]. Tornato in Italia nei primi anni trenta diede origine ad una rivista Il merlo (1934-1937) conforme all'ideologia fascista, seguita nel 1938 da La Tribuna Italiana.
Nel dopoguerra riprese le pubblicazioni satiriche con la nuova testata Il merlo giallo (1946).

Morì a Roma, a sessantasette anni, nel 1952.

In gioventù, ovvero nei primi anni del Novecento, Giannini fu «Socio valente podista» della S.P. Lazio sui 75 e 100 km.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cronologia del Nazifascismo - 1924, su anpi.it. URL consultato il 1º febbraio 2018.
  2. ^ Nicoletta Casano, Libres et persécutés. Francs-maçons et laïques italiens en exil pendant le fascisme, Paris, Garnier, 2015, p. 162 n.2.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Le memorie di un fesso. Parla Gennarino fuoruscito con l'amaro in bocca. L'anteguerra, la guerra, l'esilio, Levallois-Perret, A. Giannini, 1934.
    • Nuova ed. Le memorie di un fesso, introduzione di Aldo A. Mola, Ristampa anastatica dell'edizione del Merlo giallo del 1948, Sala Bolognese, Forni, 2010.
  • C'era una volta... che barba!... cose di ieri che sembrano lontane di un secolo, Milano, Ed. Lubrano, 1943.
  • Io, spia dell'Ovra!... romanzo politico dal taccuino di un fesso, Roma, Società editoriale italiana. Comprende:
    • Da Stresa a Monaco, 1946?
    • Da Chiasso a Padula, 1946?

Prefazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • La terza posizione. Messa a punto del "Merlo giallo" sull'attuale situazione politica, prefazione di Alberto Giannini, Roma, [s.n.], dopo il 1950.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN282468957