Agatemero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Agatemero (in greco antico: Ἀγαθήμερος; III secolo d.C. – prima del 328 d.C.) è stato un geografo greco antico di età imperiale romana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si ritiene che Agatemero sia vissuto nel III secolo d.C., sicuramente dopo Claudio Tolomeo, che cita di frequente e prima della costruzione di Costantinopoli, nel 328 d.C., poiché si limita a menzionare solo il sito dell'antica Bisanzio.
Ulteriore appiglio cronologico sarebbe la menzione di Albione come ἐν ᾗ στρατόπεδα ἵδρυται, ossia riferentesi alla costruzione del vallo di Settimio Severo, all'inizio del III secolo d.C.[1].

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Autore di un Abbozzo di geografia (Ὑποτύπωσις γεωγραφίας), che ci è pervenuto, ha in parte come fonte Artemidoro di Efeso. Agatemero, comunque, non è che un compilatore, che si limita a "cucire" insieme estratti, appunto, da Tolomeo ed Artemidoro, comunque fornendo preziose notizie sulla geografia precedente e sul metodo di misurazione stadiometrico.
Geograficamente il trattato è pre-tolemaico e comparabile con quelli di Pomponio Mela e Dionigi il Periegeta. I tre sono di portata analoga, ma il trattatello di Agatemero è di minore rilevanza e senza pretese letterarie, anche perchè la maggior parte del suo lavoro è composto, come detto, da brani letterali e in parte di semplici nomi e numeri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ C. P. Mason, "Agathemerus", in W. Smith, Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, vol. 1, Boston 1867, p. 62.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN255344660 · LCCN: (ENno00081971 · ISNI: (EN0000 0003 7809 9939 · GND: (DE100413927 · BNF: (FRcb14613249k (data) · BAV: ADV12180299