Dionigi il Periegeta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ecumene di Dionigi

Dionigi il Periegeta (gr. Διονύσιος ὁ Περιηγητής; Alessandria d'Egitto, 55 d.C. circa – dopo il 115 d.C.) è stato un poeta greco antico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dionigi (o Dionisio) il Periegeta fu un poeta didascalico, autore, intorno al 124[1], di una Periegesi della Terra, poemetto in 1187 esametri di gusto tardo ellenistico.

Periegesi della Terra[modifica | modifica wikitesto]

L'opera appare suddivisa in due parti: la prima[2], dedicata alla descrizione della terra, dell'Oceano e dei mari; la seconda parte[3] alla descrizione del mondo conosciuto, suddiviso nei tre continenti Europa, Libia (cioè Africa) e Asia con le isole. La redazione del poemetto non sembra essere frutto di originali ricerche quanto, piuttosto, una sintesi di notizie ed informazioni tratte da diverse fonti: ciò costituisce un limite all'opera, specie in alcune parti, ma fa anche di essa un repertorio di notazioni da fonti altrimenti a noi sconosciute; tra le fonti geografiche è certamente Posidonio di Apamea, da cui dipende direttamente o indirettamente.
Il libro fu usato nelle scuole per la sua esposizione ordinata, i cui modelli stilistici sono Callimaco e Apollonio Rodio.
Il poemetto fu, poi, parafrasato in 1393 esametri latini da Avieno nel IV sec. d.C. e ritradotto da Prisciano in 1087 esametri nel secolo successivo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E. H. Bunbury, A history of ancient geography among the Greeks and Romans from the earliest ages till the fall of the Roman Empire, London 1879, vol. 2, p. 480, lo pone tra Nerone (54-68) e Traiano (98-117).
  2. ^ vv. 1-173.
  3. ^ vv. 174-1186.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN100902699 · ISNI: (EN0000 0001 2053 2598 · LCCN: (ENn84133347 · GND: (DE118679686 · BNF: (FRcb121512771 (data) · BAV: ADV10266028 · CERL: cnp00398021