Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Abu Ayyub al-Masri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abū Ayyūb al-Maṣrī

Capo di al-Qāʿida in Iraq
Durata mandato 2006 - 2010
Predecessore Abū Muṣʿab al-Zarqāwī
Successore Abū Bakr al-Baghdādī

Abū Ayyūb al-Maṣrī, noto anche come Abū Ḥamza al-Muhājir (Arabo أبو أيّوب المصري; Sohag, 1968Tikrit, 18 aprile 2010), è stato un terrorista internazionale egiziano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Egitto, nel Governatorato di Sohag, Abū Ayyūb al-Maṣrī - nome di battaglia[1] di ʿAbd al-Munʿim ʿIzz al-Dīn ʿAlī al-Badawī - aderisce alla Fratellanza Musulmana.

Entra a far parte nel 1982 della "Jihad islamica egiziana" fondata da Ayman al-Zawahiri[2] e nel 1999 viene mandato ad addestrarsi in Afghanistan, nel campo al-Fārūq di al-Qāʿida.
Partecipa alla guerra d'Iraq come membro di al-Qāʿida e succede nella leadership ad Abū Muṣʿab al-Zarqāwī quando questi viene ucciso.[3]

Viene ucciso in uno scontro con soldati statunitensi e iracheni il 18 aprile 2010.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Che significa "Abū Ayyūb (Padre di Giobbe), l'Egiziano"
  2. ^ "US publish picture of new al-Qaeda leader in Iraq" The Times, 15 June 2006
  3. ^ Jay Solomon, "Jordan Emerges as a Vital U.S. Ally", WSJ 10 June 2006
  4. ^ "Al-Qaeda confirms death of top leader" UPI, 26 April 2004