1ª Divisione bersaglieri "Italia"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
1ª Divisione bersaglieri "Italia"
Bundesarchiv Bild 101I-311-0926-07, Italien, italienische Soldaten.jpg
Soldati della Repubblica Sociale Italiana
Descrizione generale
Attiva1º gennaio 1944 - 28 aprile 1945
NazioneRepubblica Sociale Italiana Repubblica Sociale Italiana
ServizioWar flag of the Italian Social Republic.svg Esercito Nazionale Repubblicano
TipoFanteria mobile
RuoloTruppe d'assalto
Battaglie/guerreSeconda Guerra Mondiale
Campagna d'Italia
Parte di
Corpo d'armata "Lombardia"
Simboli
Fregio e mostrina
MIL ITA 044 gr esplorante div.png
Voci su unità militari presenti su Wikipedia
Bandiera di guerra della RSI

La 1ª Divisione bersaglieri "Italia" viene costituita il 25 novembre 1943 presso il campo di addestramento di Heuberg con un primo nucleo di volontari provenienti dai campi di internamento.

Altri reparti vennero addestrati a Ulm a Donau (Baviera) e Münsingen (Baden-Württemberg))
In aprile l'unità era costituita dai soli quadri (3.550) uomini.
L'organico venne completato alla fine di maggio 1944 quando affluirono dall'Italia i contingenti di leva e i richiamati.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

La grande Unità inquadrava 450 ufficiali e 15.000 tra sottufficiali, graduati e militari di truppa, inquadrati nei seguenti reparti:

Unità della "1ª Divisione Bersaglieri "Italia""
1º Reggimento di Fanteria (Bersaglieri) su 3 Battaglioni e 16 Compagnie;
2º Reggimento di Fanteria (Bersaglieri) su 3 Battaglioni e 16 Compagnie;
1º Reggimento di Artiglieria su 4 Gruppi;
1º Gruppo Esploratori su 4 Squadroni Pesanti;
1ª Sezione Cacciatori Carri su 3 Compagnie;
1ª Sezione Collegamenti;
1º Battaglione Pionieri;
1º Battaglione Complementi;
1º Battaglione Trasporti.

Completato l'addestramento la Divisione nei primi giorni del dicembre 1944 si trasferisce in Italia, prima a Verona e poi a sud di Parma.

Nel aprile del 1945 si arrende, insieme alla 148 Divisione della Wehrmacht, alle truppe brasiliane in Italia, nella battaglia di Fornovo di Taro.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]