È pericoloso sporgersi (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
È pericoloso sporgersi
Titolo originale È pericoloso sporgersi
Paese di produzione Belgio
Anno 1984
Durata 12 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, fantascienza
Regia Jaco Van Dormael
Sceneggiatura Jaco Van Dormael
Produttore Pierre Drouot, Daniel Van Avermaet
Fotografia Walther van den Ende
Montaggio Susana Rossberg
Musiche Egisto Macchi
Interpreti e personaggi

È pericoloso sporgersi è un cortometraggio di genere drammatico del 1984 scritto e diretto da Jaco Van Dormael, interpretato da Mathieu Chemin, Joëlle Waterkeyn e Dirk Pauwels. Il film fu girato in Belgio nel 1984 e fu prodotto da Iblis Films (Bruxelles).[1] Van Dormael si basò sulla storia di È pericoloso sporgersi per scrivere la sceneggiatura del suo film Mr. Nobody del 2009.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film percorre i possibili futuri del figlio di un capostazione, che ha divorziato con la moglie a seguito di un litigio. Il bambino a sei anni è costretto a decidere con chi di loro due crescerà. Al momento della separazione, quando il padre se ne va in treno, il bambino si mette a rincorrerlo.

In una linea temporale nella quale non riesce a raggiungere il padre, il bambino sarà costretto a stare con la madre povera. Il bambino cresce diventando uno squilibrato e dopo aver aggredito un uomo che stava eseguendo uno dei lavori alla ferrovia come faceva suo padre, viene ricoverato in un manicomio. Alla fine riesce a fuggire buttandosi da una finestra, ma poi si rende conto di essere morto nella caduta.

Nell'altra, nella quale riesce a raggiungere il treno in partenza col padre, il bambino cresce diventando un uomo colto e una celebrità, ma una volta arrivato a cinquant'anni, mentre scende da un treno, viene ucciso a colpi di pistola da un assassino che si trovava nella folla di gente radunata alla stazione.

Nel finale, il bambino ha visto i destini che li attendono con entrambe le scelte. Ora che sa cosa lo aspetta, ma non sa decidersi: anziché raggiungere il padre o restare con la madre, si allontana imboccando un'altra strada.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il film vinse il Grand Prix del concorso internazionale del Festival del cortometraggio di Clermont-Ferrand e ricevette il premio del pubblico per il miglior cortometraggio belga al Festival internazionale del cinema fantastico di Bruxelles del 1985.[1] Il film successivamente fu proiettato all'Osaka European Film Festival.[3] Nel 2011 è stato riproposto al Sottodiciotto Filmfestival di Torino nella retrospettiva dedicata a Jaco Van Dormael.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FR) E pericoloso sporgersi (Jaco Van Dormael), Cinergie. URL consultato il 10 luglio 2012.
  2. ^ (EN) Isabelle Errera, Mr. Nobody, a film by Jaco Van Dormael, Pan-Européenne, 2009, pp. 5–6. URL consultato il 29 giugno 2012.
  3. ^ (EN) E Pericoloso Sporgersi, Osaka European Film Festival. URL consultato il 10 luglio 2012.
  4. ^ Retrospettiva Jaco “Le Heros”. Il cinema visionario di Van Dormael, Sottodiciotto Filmfestival. URL consultato il 10 luglio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema