Werburga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Werburga
Santa Werburga in una vetrata della cattedrale di Chester
Santa Werburga in una vetrata della cattedrale di Chester
Badessa
Nascita 650
Morte 699
Venerata da Chiesa cattolica
Ricorrenza 3 febbraio
Attributi bastone pastorale, oche
Patrona di Chester

Werburga, anche Werburh, Wærburh e Werburgh; latinizzato in Vereburga (Stone, 650Trentham, 3 febbraio 699), è stata una badessa inglese, considerata santa, è patrona della città di Chester.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Werburga o Vereburga era figlia del re di Mercia Wulfhere e di sant'Ermenegilda (figlia di Eorcenberht, re del Kent).

La nonna santa Sexburga e la madre Ermenegilda furono badesse dell'abbazia di Ely e secondo la tradizione toccò a Vereburga ricoprire il prestigioso incarico: nel 675, alla morte del padre, rinunciò ai fasti della corte e si ritirò nell'abbazia di Ely. Resse l'abbazia con scrupolo e fondò numerosi altri monasteri.

Morì nel monastero di Trentham nel Lincolnshire il 3 febbraio 699. Fu sepolta nel monastero di Hanbury nello Staffordshire.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

L'arca di santa Werburga nella cattedrale di Chester

Nell'875 le reliquie di Vereburga furono traslate, per salvarle dalla profanazione durante le invasioni danesi, dal monastero di Hanbury a Chester, che divenne frequentatissima meta di pellegrinaggi. Il suo reliquiario fu però distrutto sotto il regno di Enrico VIII d'Inghilterra, durante la Riforma Protestante.

Nel Martirologio Romano: «A Chester, nella Mercia, in Inghilterra, santa Verburga, badessa di Ely, fondatrice di vari monasteri.»

La sua Memoria liturgica cade il 3 febbraio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Werburga in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.