Vespasia Polla

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vespasia Polla

Vespasia Polla, nota anche come Vespasia Pollio (... – ...), è stata la madre dell'imperatore romano Vespasiano, nonna degli imperatori Tito e Domiziano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Polla proveniva da una ricca famiglia dell'ordine equestre di Norcia, la gens Vespasia.[1] Svetonio afferma che suo padre:

« Vespasio Pollione fu prefetto dell'accampamento e tre volte tribuno militare. [...] Ancora si trova a sei miglia da Norcia, lungo la strada per Spoleto, una località sulla collina chiamata Vespasia, dove si trovano monumenti dei Vespasi ed edifici da loro eretti, che sono testimonianza dell'antichità e della grandezza di questa famiglia »
(Svetonio, Vita di Vespasiano 1.)

Vespasia Polla sposò un esattore delle tasse, Tito Flavio Sabino appartenente anch'esso ad una ricca famiglia equestre dell'alta Sabina, dal quale ebbe due figli, Tito Flavio Sabino e l'imperatore Tito Flavio Vespasiano. Dopo la morte del marito, Vespasia non si risposò mai più.

Il figlio Sabino ottenne subito la carica di tribuno laticlavio, mentre Vespasiano rimandava la scelta.[2] Sempre Svetonio afferma che:

« ci volle l'intervento della madre per convincerlo a farne richiesta, e ci riuscì più con il sarcasmo che con le preghiere e l'autorità, perché lo chiamava il battistrada di suo fratello »
(Svetonio, Vita di Vespasiano 2.)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Svetonio, Vita di Vespasiano 1.
  2. ^ Svetonio, Vita di Vespasiano 2.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti antiche

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]