Tumblelog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un tumblelog, o tlog, è una tipologia di sito web, variante del blog, la cui caratteristica principale consiste nella brevità dei contenuti testuali arricchiti da altri elementi multimediali, differentemente dai lunghi editoriali frequentemente associati ai blog.

Definizione e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il termine tumblelog è stato coniato da why the lucky stiff in un blog post del 12 aprile 2005 per descrivere il sito Anarchaia.[1][2] Secondo Jason Kottke, «un tumblelog è un flusso di coscienza improvvisato, un po' sul genere delle liste di collegamenti dei linklog, ma con piú contenuti oltre ai link».[3]

Si tratta di una forma più specifica del microblogging usata per includere contenuti tra cui collegamenti, fotografie, citazioni, dialoghi di chat e video. A differenza dei blog, questo formato è frequentemente usato dall'autore per condividere creazioni, scoperte ed esperienze, senza la possibilità di commentare, caratteristica tipica dei vari social network.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Pietro Izzo, Dal sociale all’individuale: il paradigma Tumblr in Apogeonline, 17 aprile 2007. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) Stop, For Blogging's Sake in RedHanded, 12 aprile 2005. URL consultato il 7 dicembre 2014.
  3. ^ (EN) Tumblelogs in Kottke.org, 19 ottobre 2005. URL consultato il 7 dicembre 2014.
    «A tumblelog is a quick and dirty stream of consciousness, a bit like a remaindered links style linklog but with more than just links».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Web